Travolto dal treno: al via la comparazione del DNA con i familiari dell’uomo scomparso [FOTO]

1' di lettura Fano 29/09/2018 - Una porta aperta, una casa vuota. E un uomo che non vi fa ritorno da giorni. Sono gli agghiaccianti indizi che lasciano pensare che, a essere stato travolto dal treno lo scorso mercoledì alla stazione di Fano, sia stato un 52enne residente nei pressi di viale Italia. Ma il giallo resta tale. Per risolverlo è stata disposta la comparazione del DNA con i familiari dell’uomo scomparso da casa.

Non torna nella sua abitazione da giorni. E - dopo l’appello lanciato dalla polizia di Fano - i suoi colleghi, non vedendolo arrivare a lavoro, si sono prontamente rivolti al commissariato. Da qui il sospetto che a compiere quello che sembra - a tutti gli effetti - un gesto volontario (qui il racconto dei testimoni) sia stato proprio il 52enne.

Il prelievo del DNA è previsto nella giornata di sabato. All’obitorio dell’ospedale Santa Croce di Fano – dove è già stata effettuata l’autopsia sul cadavere ritrovato nella motrice del Frecciabianca – ci sarà anche la dottoressa Loredana Buscemi del dipartimento di medicina legale di Ancona. La speranza è che possa essere proprio questa la mossa decisiva per dare finalmente un’identità all’uomo travolto da treno.


Resta aggiornato in tempo reale con il nostro servizio gratuito di messaggistica:

  • per Whatsapp aggiungere il numero 350 564 1864alla propria rubrica e inviare un messaggio - anche vuoto - allo stesso numero
  • Per Facebook Messenger cliccare su m.me/viverefano
  • Per Telegram cercare il canale @viverefano o cliccare su t.me/viverefano







Questo è un articolo pubblicato il 29-09-2018 alle 17:09 sul giornale del 01 ottobre 2018 - 3741 letture

In questo articolo si parla di cronaca, treni, fano, redazione, articolo, Simone Celli, investimento treno

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aYSo