Anno scolastico al via, Luzi (Sinistra Unita): "Dalla politica segnali inquietanti, ma la scuola è democrazia"

bambini scuola 13/09/2018 - Tra qualche giorno, riapriranno le nostre scuole, scuole piene di colori e di saperi, crediamo fortemente che la scuola pubblica, nonostante tutte le difficoltà, sia uno dei luoghi fondanti per ogni democrazia, la scuola ci dà gli strumenti della conoscenza, ci fa vivere il piacere della condivisione dei saperi, dello studio, dell'impegno.

La nostra città è un esempio di tutto questo, il meraviglioso settembre pedagogico, che anticipa l'apertura delle scuole, è un modello di come si possono coniugare tanti mondi, tanti saperi, attraverso incontri, laboratori, seminari, attraverso una formazione permanente che permette ad ogni insegnante di avere una "cassetta degli attrezzi "ricca e condivisa.

Nessuna /nessuno sarà escluso dalla nostra scuola, nessuno vivrà il primo giorno di Non scuola come accadde ottant'anni fa.

Nell'autunno del 1938, è stato scritto uno dei documenti storici più inquietanti del 900 italiano, le "Leggi razziali", in cui "viene riconosciuta la necessità urgente ed assoluta di dettare ulteriori disposizioni per la difesa della razza italiana".

E all'articolo 5 "per i fanciulli di razza ebraica sono istituite a spese dello stato speciali sezioni " Firmato :Vittorio Emanuele -Mussolini -Bottai -Di Revel

Per molte Bambine e Bambini, Ragazze e Ragazzi quello fu il primo giorno di non scuola, di esclusione, fu una delle pagine più vergognose e tragiche della storia del nostro paese.

Anche in questo nostro tempo occorre vigilare, avere antenne dritte che riescano a cogliere quello che sta accadendo, perché può accadere che, sotto altre vesti, il clima del 1938 ritorni.

Oggi è difficile parlare, trovare le parole, insieme dobbiamo dare forza alla carta dei diritti umani del 1948 e, da quella dichiarazione, dalla nostra costituzione dobbiamo trovare la forza per reagire affinchè nulla di così atroce si ripeta.

C'è chi confonde l'Otto settembre con il 25 Aprile, c'è chi chiede cosa ne pensa il governatore della Puglia di Matera, c'è chi divide i cittadini per categorie e razze, dimenticando volutamente che siamo un'unica razza umana.

Tanti sono i segnali inquietanti, tante le coincidenze, tanti i timori ma la forza delle idee, della condivisione, delle relazioni umane, dei modelli positivi di apertura all'altra/o, lo studio, la conoscenza potranno farci uscire da questa "palude" da questo "torbido" che ci vuole invadere la mente, nulla sarà semplice ma dobbiamo credere insieme che sarà possibile.


da Carla Luzi
Consigliera Comunale di Sinistra Unita




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 13-09-2018 alle 12:13 sul giornale del 14 settembre 2018 - 663 letture

In questo articolo si parla di scuola, attualità, consiglio comunale, fano, bambini, sinistra unita, Carla Luzi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aYkY





logoEV