L'Associazione Incoming, bilancio sul servizio di assistenza ai bagnanti

Sassonia Fano 2' di lettura Fano 29/08/2018 - A pochi giorni dalla conclusione della stagione estiva e del servizio di assistenza bagnanti sulle spiagge libere del Comune di Fano, l’Associazione Incoming Fano, che da quest’anno gestisce, attraverso un incarico triennale assegnatogli tramite bando pubblico dall’Amministrazione comunale di Fano, un primo bilancio della sua attività.

Il servizio è stato svolto con l’impiego in totale di 14 bagnini, regolarmente muniti di brevetto rilasciato dalla Capitaneria di Porto, che si sono avvicendati a rotazione nelle 6 postazioni fisse dislocate lungo la costa fanese da Fosso Sejore a Ponte Sasso, garantendo il servizio di vigilanza sulla spiaggia ogni giorno dalle ore 10,00 fino alle 18,30.

“Mi sento di ringraziare l’Amministrazione comunale di Fano – ha dichiarato Giampiero Pedini, referente dell’associazione Incoming Fano – per aver ampliato da quest’anno il servizio di vigilanza sulle spiagge libere, portando il numero delle “torrette” dalle 4 iniziali alle 6 attuali, che ci hanno permesso di svolgere una sorveglianza più attenta e capillare lungo le varie spiagge fanesi: Fosso Sejore, Baia del Re, Arzilla, Sassonia (due), Torrette.

In questo modo siamo riusciti a garantire la sicurezza dei bagnanti e dei frequentatori delle spiagge, grazie anche al collegamento diretto e costante via radio tra tutte le postazione e da ciascuna postazione con il centro radio dell’Ufficio Demanio del Comune di Fano”.

Durante l’estate i nostri bagnini sono intervenuti in diverse occasioni: dalla ricerca di bambini in spiaggia, al salvataggio di qualche persona in mare in difficoltà, alle segnalazioni di abusi alle autorità competenti.
L’associazione Incoming Fano si è dichiarata disponibile, al termine della stagione turistica, ad incontrare l’Amministrazione comunale di Fano per una verifica dettagliata dell’attività svolta e per studiare, sempre d’intesa col Comune, ulteriori miglioramenti del servizio al fine di offrire ai frequentatori delle spiagge libere della riviera di Fano una maggiore sorveglianza e tutela.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-08-2018 alle 14:25 sul giornale del 30 agosto 2018 - 253 letture

In questo articolo si parla di

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aXSd





logoEV