Marotta, ultima fermata. Enrico Ruggeri interrompe il tour per motivi di salute: “Sono preoccupato”

Fano 18/08/2018 - Se davvero è un problema di voce, bisogna ammettere che in tanti se n’erano accorti. Durante la strepitosa performance di Marotta, in più momenti Enrico Ruggeri non è riuscito a raggiungere i toni più alti. Nel suo post pubblicato su Facebook, il giorno seguente ha detto che durante il live si è “cantato assieme”. In effetti è stato proprio così. In alcuni casi, il pubblico ha “preso il microfono” sostituendo di fatto il cantautore. Mentre lui, dal palco, applaudiva. Lui che ora ha dovuto arrendersi, interrompendo il tour subito dopo la tappa marottese.

“Stringendo i denti sono riuscito a portare a termine il concerto di Marotta. Adesso non mi è più possibile proseguire”: comincia così il messaggio ai fan di Enrico Ruggeri pubblicato sui social. Si accenna a “motivi di salute” e alla speranza di “recuperare al più presto”. Ma il post si conclude con parole come “dispiaciuto” e “preoccupato”, lasciando un po’ in ansia i tanti che apprezzano la sua poesia rock. Circola la voce che si tratti di una laringotracheite acuta, ma si attende ancora una comunicazione ufficiale.

Resta il fatto che Marotta sia stata l’ultima fermata per questa parte di tour estivo. Erano ancora tredici le tappe in programma, ma lo stop non era più rimandabile. Ruggeri, però, ha tenuto duro fino all’ultimo, dimostrando tutto il suo amore per Marotta, il luogo delle sue vacanze di ragazzino (come ha raccontato nell’intervista che ci ha concesso), e di quella nostalgia che trentacinque anni fa è stata trasformata in musica e parole attraverso una delle canzoni più significative della sua carriera. Non è un caso se l’amministrazione locale ha voluto installare delle nuove insegne agli ingressi della città. “Marotta, la città del mare d’inverno”, recitano i cartelli, con tanto di autografo di Ruggeri.

La città ha risposto partecipando con gioia al suo concerto di domenica 12 (qui foto e video). “Difficile descrivere certe emozioni. Ieri – ha scritto lunedì il cantautore sulla sua pagina Facebook - c’era una comunione di sentimenti e di intenti che ci ha spinto per tutta la sera. Grazie a tutti quelli che c’erano e un abbraccio a chi non è riuscito ad entrare nell’area concerto. È bello volersi bene anche se magari ci si guarda da lontano per cantare assieme”. Tutto vero. È stato uno spettacolo autentico e potente, nonostante i capricci di una voce che in tanti sperano possano tornare al più presto. La sua “fan base” non ufficiale, intanto, sta diffondendo l’hashtag “#LaTuaVoceSiamoNoi”. Questo sì che è cantare assieme.






Questo è un articolo pubblicato il 18-08-2018 alle 15:27 sul giornale del 20 agosto 2018 - 3648 letture

In questo articolo si parla di concerti, musica, mondolfo, marotta, redazione, spettacoli, enrico ruggeri, musica live, musica dal vivo, articolo, Simone Celli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aXAA





logoEV