L'acqua potabile scarseggia, a Colli al Metauro limiti fino a metà settembre. Multe anche di 500 euro

10/08/2018 - In data 9 agosto il sindaco Stefano Aguzzi ha emesso, dietro richiesta dell'AATO Marche Nord di Pesaro e Urbino, un'ordinanza di limitazione di utilizzo di acqua potabile per: - l'irrigazione e annaffiatura di orti, giardini e prati, - lavaggio di aree cortilizie e piazzali, - lavaggio privato di veicoli a motore, - riempimento di piscine, fontane ornamentali e vasche da giardino, - e per tutti gli usi diversi da quello alimentare domestico e per l'igiene personale derivante dal pubblico acquedotto nell'intero comune di Colli al Metauro.

L'ordinanza è scaturita dietro valutazione dei tecnici visto che le portate dei corsi d'acqua, da cui dipende l'approvvigionamento idrico provinciale, si sono ridotte sensibilmente negli ultimi 30 giorni.

Sono esenti dal divieto i residenti che utilizzano il pozzo di proprietà.

Per quanto riguarda l'annaffiatura di orti e giardini è consentita nei soli giorni di Lunedì e Giovedì dalle ore 22.00 alle ore 24.00.

Si evidenzia che è di estrema importanza la collaborazione attiva di tutti i cittadini.

Si avverte che le responsabilità per eventuali inadempienze, saranno sanzionate nella misura compresa tra i 25 e i 500 € dietro controlli o segnalazioni attraverso gli ispettori Aset, la Polizia Locale e le altre forze dell'ordine.

L'ordinanza resta in vigore fino il 15 Settembre 2018.

In pdf l'ordinanza



...

...





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-08-2018 alle 09:50 sul giornale del 11 agosto 2018 - 990 letture

In questo articolo si parla di attualità, acqua, colli al metauro

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aXqK