Fano Jazz by the Sea: martedì 24 luglio il trombettista Paolo Fresu alla Rocca Malatestiana

3' di lettura Fano 23/07/2018 - Martedì 24 luglio, Fano Jazz By The Sea 2018 vede il ritorno sul palcoscenico della Rocca Malatestiana (ore 21,15), dopo il concerto dello scorso anno con Trilok Gurtu e Omar Sosa, di uno dei beniamini del pubblico non solo fanese e marchigiano: Paolo Fresu.

Il trombettista sardo si presenterà stavolta alla guida del suo Devil Quartet, comprendente Bebo Ferra alla chitarra, Paolino Dalla Porta al contrabbasso e Stefano Bagnoli alla batteria. Prezzi biglietti: da 25 a 30 Euro, ridotto da 20 a 25 Euro.

La giornata sarà scandita anche da altri appuntamenti, tutti a ingresso gratuito ad eccezione del concerto sullo Young Stage. Primo fra tutti la solo performance della vocalist norvegese Mari Kvien Brunvoll alla Pinacoteca San Domenico (ore 18,30), nell’ambito della sezione “Exodus – Gli Echi della Migrazione”. Alle 19,30, al Jazz Village si potranno quindi ascoltare i Rinaldini Jazz Ensembles diretti da Marco Pacassoni e Antonio Spaziano, mentre alle stessa ora, alla Sala Malatestiana della Rocca è prevista la presentazione dell’edizione italiana del libro Grande musica nera: Storia dell’Art Ensemble of Chicago di Paul Steinbeck (Quodlibet Editore), con la partecipazione dei giornalisti Luca Conti, Direttore del mensile Musica Jazz, Marcello Lorrai e Roberto Valentino.

Doppio appuntamento anche alle 23: sullo Young Stage allestito alla Rocca (biglietto 5 Euro) si esibirà il Ludovico Carmenati Octet, sorta di all stars del jazz marchigiano, mentre al Jazz Village è in scaletta, sull’asse del rapporto jazz e dance music, il live di Technoir.

Paolo Fresu è l’uomo simbolo del jazz italiano di oggi: ideatore instancabile di progetti e gruppi. Il musicista di Berchidda è anche colui che negli ultimi è riuscito col sua carisma a portare al jazz che si suona lungo la penisola importanti riconoscimenti istituzionali. Venendo al Devil Quartet, il leader lo guida da una dozzina d’anni imprimendovi la propria personalità, ma lasciando nel contempo ampi margini ai suoi partner, tutti musicisti di ampia esperienza. Il chitarrista Bebo Ferra, che con Fresu condivide le origini isolane, sa trarre dalle proprie corde sonorità ora delicate ora graffianti; Paolino Dalla Porta è contrabbassista di caratura internazionale, al punto da essere entrato da qualche tempo nelle file degli storici Oregon; Stefano Bagnoli è batterista versatile, a suo agio praticamente in ogni contesto stilistico del jazz.

Il Devil Quartet ha da poco dato alle stampe Carpe Diem, album completamente acustico costituito da 14 tracce equamente suddivise in composizioni di tutti e quattro i componenti, evidente segno di grande coesione e condivisione. Punto di forza del quartetto è quindi proprio il suo saper cogliere le indicazioni dell’autorevole leader e trasformarle in un progetto collettivo.

Mari Kvien Brunvoll è uno dei nomi nuovi della sempre rigogliosa scena musicale scandinava. L’artista norvegese può essere definita sia cantante folk che jazz: nei suoi concerti solistici si colgono infatti rimandi al jazz, alla musica popolare, ma anche al pop e al blues; il tutto completato da piccoli strumenti elettronici e acustici. Di una sua canzone, "Everywhere You Go", il noto DJ Ricardo Villalobos ha creato un remix che l’ha fatta conoscere anche presso i culturi dell’elettronica.

Musicista professionista attivo da diversi anni, il contrabbassista marchigiano Gianludovico Carmenati vanta numerose collaborazioni con jazzisti italiani, lavorando come sideman e prendendo parte a differenti progetti musicali. Nell’occasione propone il suo primo album come leader, nel quale vi figura anche nelle vesti di autore e arrangiatore. Del suo ottetto fanno parte altri musicisti marchigiani ben noti a livello nazionale, ad iniziare dal sassofonista Marco Postacchini, dal trombonista Massimo Morganti e dal batterista Massimo Manzi.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-07-2018 alle 11:23 sul giornale del 24 luglio 2018 - 428 letture

In questo articolo si parla di musica, jazz, fano, spettacoli, Fano Jazz by the sea, fano jazz

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aWSf





logoEV