Ettore Marini non ce l’ha fatta: addio al bancario che lottava per la legalità

1' di lettura Fano 21/07/2018 - Un casco rotto. Basta questo per comprendere la gravità dell’incidente di cui era rimasto vittima Ettore Marini. Il bancario se n’è andato, dopo essersi schiantato con il suo scooter contro un’automobile appena un paio di giorni fa, lungo la strada di Carrara che conduce al ristorante L’Alberone”. Da quel momento un’intera comunità era rimasta con il fiato sospeso. Fino a oggi, quando il 59enne - così amato da tutti - ci ha lasciato per sempre.

LEGGI LA CRONACA DELL'INCIDENTE

Dalle lotte per la legalità fino alla sua ultima battaglia: quella per la vita. Marini era noto anche per il suo impegno civile, una ragione in più per apprezzarlo. In tanti lo stimavano, come dimostrano i numerosi messaggi arrivati su Facebook. Marini stava andando a lavoro, quando è finito contro la Fiat Punto guidata da una 23enne. Da giovedì si trovava ricoverato all’ospedale regionale di Torrette di Ancona, nel reparto di rianimazione. La speranza era appesa alla tecnologia che lo stava tenendo in vita, così come all’affetto dei suoi cari. In primis quello della moglie Antonella e delle loro tre figlie.








Questo è un articolo pubblicato il 21-07-2018 alle 16:46 sul giornale del 23 luglio 2018 - 8006 letture

In questo articolo si parla di cronaca, fano, redazione, incidente stradale, Ettore Marini, carrara, articolo, Simone Celli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aWQy





logoEV