Le sculture “invadono” la città: opere d’arte in piazza e al mare [FOTO]

1' di lettura Fano 18/07/2018 - Una figura semidistesa e una in piedi. Lo sguardo fisso, pressoché obbligato: d’altronde sono “soltanto” sculture. Non si trovano dentro un museo, ma in due dei luoghi più animati della città: Piazza XX Settembre e l’Anfiteatro Rastatt. Sono l’anteprima di una mostra di prossima inaugurazione, opere d’arte a cielo aperto sotto gli occhi di curiosi, passanti, turisti.

Sandro Chia e Massimo Paladino sono gli autori delle due sculture, collocate in giro per Fano da circa ventiquattr’ore. Le opere se ne stanno lì, alla luce del sole, e anticipano la mostra dal titolo "Oltre il colore come tabù", incentrata sui movimenti artistici dagli anni ’80 in poi.

La conferenza di presentazione è prevista per giovedì 18 luglio. L’inaugurazione è invece fissata per sabato 21 alle 18, alla Pinacoteca San Domenico. L’esposizione coinvolgerà anche Palazzo Bracci Pagani e la chiesa di San Pietro in Valle. Per goderne ci sarà tempo fino al 9 settembre. La mostra è a cura di Lorenzo Bruni, ed è organizzata dalla Galleria Enrico Astuni di Bologna con il patrocinio del Comune di Fano, della Fondazione Cassa di Risparmio di Fano, del Sistema Museale di Palazzo Bracci Pagani e dell'Accademia Vitruvio Fanum.








Questo è un articolo pubblicato il 18-07-2018 alle 17:06 sul giornale del 19 luglio 2018 - 782 letture

In questo articolo si parla di arte, cultura, fano, redazione, mostre, articolo, Simone Celli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aWKm





logoEV