Asili e scuole chiuse tra neve ed emergenza bomba. L'opposizione al sindaco: "Le famiglie chiedono una riduzione della retta"

asilo nido scuola d'infanzia 1' di lettura Fano 27/03/2018 - I sottoscritti Consiglieri Comunali, ai sensi dell’art. 34 titolo III del regolamento di organizzazione e funzionamento del Consiglio Comunale, presentano la seguente interrogazione:

Preso atto delle ordinanze del Sindaco Seri per causa di forza maggiore, nello specifico per l’emergenza neve e nell’emergenza bomba nel periodo tra febbraio e marzo;

Viste le numerose richieste dei genitori dei bambini e bambine che frequentano gli asili, sezione ponte e scuole dell’infanzia e primaria di verifica della fattibilità della riduzione delle rette nelle quota fissa applicata dal Comune di Fano;

Considerato che mediamente si spendono per la quota fissa 250-260 euro per gli asili e sezione ponte e 50 - 60 euro per le scuole dell’infanzia e primaria;

Visto che in base alle ordinanze del Sindaco le scuole sono rimaste chiuse 7 / 8 giorni (nelle scuole coinvolte) secondo i sottoscritti consiglieri si dovrebbe ridurre la spesa alle Famiglie di circa 80 euro per gli asili e sezione ponte e di circa 20 euro per le scuole dell’infanzia e primaria ;

Tutto quanto ciò premesso, i sottoscritti consiglieri comunali interrogano il SINDACO:

Visto le premesse se intende ridurre il costo a carico delle Famiglie della quota fissa delle rette dei bambini e bambine che frequentano gli asili e sezione ponte, scuole dell’infanzia e primaria.


da Gruppi di opposizione
Consiglio Comunale di Fano





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-03-2018 alle 09:13 sul giornale del 28 marzo 2018 - 736 letture

In questo articolo si parla di consiglio comunale, fano, politica, infanzia, gruppi di opposizione fano

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aS5f





logoEV