Le preoccupazione di Fratelli d'Italia per l'arrivo in città di 250 immigrati

4' di lettura Fano 13/03/2018 - Nel mese di Dicembre, e quindi in tempi non sospetti, avevamo denunciato di rumori sotterranei che segnalavano l’arrivo di un cospicuo numero di immigrati nell’EX Caserma Paolini di Fano dove stranamente erano iniziati dei lavori.

Avevamo chiesto al Sindaco Seri una pubblica smentita che non è mai arrivata e sicuramente in periodo pre-elettorale il primo cittadino fanese si era guardato bene dall’evocare un problema tanto spinoso

Apprendiamo dalla Stampa dell’arrivo a Fano di 250 immigrati, ed ora i nostri timori sono diventati certezze.

La notizia dell’arrivo e dislocazione di circa 1450 immigrati nella nostra Provincia per un bando di circa 14 milioni di euro fa impressione. Questa cifra andrà ad ingrassare le solite cooperative di accoglienza che in molti casi, e come denunciato da tante inchieste nazionali, saranno come dei grossi parcheggi umani e non daranno alcun supporto concreto a queste persone. Purtroppo molti richiedenti asilo sono allettati dalla falsa propaganda di sinistra che mostra soldi facili ed un futuro garantito in Italia.

La verità è quella che abbiamo denunciato da sempre: spesso i richiedenti asilo non ne hanno diritto e non si fa che alimentare un business milionario fatto con l’inganno sulla pelle degli immigrati. Infatti una volta finiti i sussidi statali molti immigrati si ritroveranno per strada senza arte ne parte ed alla mercé della criminalità organizzata. Ed allora come si gestirà questa emergenza? Aumenteremo i parcheggi per dare loro lavoro e li regolarizzeremo come ha proposto il Sindaco Seri? E’ ovvio che questa situazione è improponibile ed esiste solo nella immaginazione di un Sindaco che non vive nella realtà.

Nella nostra Provincia in un anno diversi immigrati richiedenti asilo sono stati sorpresi intenti a spacciare sostanze stupefacenti. Non ultima la notizia dell’arresto dei due Pakistani a Pesaro con 40 grammi di eroina. E poi come non ricordare ciò che è successo sabato mattina scorso in Piazza Malatesta: in quel piccolo parcheggio c’erano ben quattro parcheggiatori abusivi e due di loro hanno litigato per prendere una offerta. Che fine faranno questi 250 immigrati? Saranno accolti per qualche mese per poi essere abbandonati negli angoli di Fano? Attenzione a non creare ghetti anche a Fano!! Questo è un rischio reale sottovalutato dall’Amministrazione comunale di Seri che si potrebbe ritrovare senza politiche integrative e con una polveriera sotto i piedi pronta ad esplodere in atti criminali come hanno dimostrato gli ultimi feroci episodi di cronaca come lo stupro di Rimini.

La cooperative di accoglienza Labirinto ha incassato nel 2016 qualcosa come 26 milioni di euro circa e 28 milioni con cooperative associate in un giro di circa 5 miliardi di euro a livello nazionale!! Stranamente, ma forse è una fortuita coincidenza sia nella Provincia che a Fano sono sempre gli stessi a vincere il bando. La domanda nasce spontanea: come mai vincono sempre gli stessi soggetti e non ci sono altre realtà interessate a questo enorme giro di affari?

Quello che è sicuro è che intanto molti immigrati, dopo un percorso ad ostacoli di sei mesi speso a bivaccare, che si osa chiamare integrazione, si ritroveranno per strada senza risorse e protezione. I rischi per la sicurezza pubblica sono evidenti e questa situazione sarà sicuramente un prossimo sovraccarico di lavoro per le Forze dell’Ordine che già faticano a controllare il territorio.

Le elezioni sono passate ed il Centro Sinistra ha preso una sonora batosta a livello nazionale ed a livello locale anche a causa delle inconcludenti e dannose politiche dell’accoglienza. Ora è il momento per il Sindaco Seri di dare una risposta chiara ai cittadini fanesi preoccupati per l’arrivo di un numero cosi alto di immigrati. Chi sono effettivamente queste persone? Dove e in che modo saranno collocate ? Ci sarà un responsabile , con nome e cognome, che risponderà di questi immigrati? Quale sarà il percorso integrativo e formativo?

Caro Sindaco Seri parliamo di ben 250 immigrati che andranno a sommarsi a quelli già presenti in tutta la città. Siamo sicuri che presto non li troveremo a chiedere elemosine e a fare i parcheggiatori abusivi o a commettere altre attività illecite? Attendiamo risposte






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 13-03-2018 alle 12:01 sul giornale del 14 marzo 2018 - 1113 letture

In questo articolo si parla di politica, fratelli d'italia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aSAI





logoEV