Università Marche: studiare in provincia senza spostarsi grazie all'e-learning

13/03/2018 - L’università nelle Marche sta diventando un punto di riferimento sempre più affidabile per tanti studenti di ogni età, che decidono di intraprendere un nuovo percorso formativo.

In molti, però, non hanno la possibilità di studiare a tempo pieno, oppure non possono spostarsi nelle differenti provincie per seguire i corsi.

È per questo motivo che sono nati poli universitari, come l’Università telematica Niccolò Cusano, che consentono di seguire le lezioni a distanza, senza doversi recare direttamente in sede e senza la necessità di far collimare i propri orari con quelli delle riunioni in aula.

L’Università delle Marche, un polo sempre più internazionale

Sempre più studenti decidono di seguire un corso nelle differenti università delle Marche e non ci si riferisce solamente agli italiani.

Ad esempio ogni anno vengono accolti moltissimi studenti dell’Erasmus alla Politecnica delle Marche, un polo che viene riconosciuto anche a livello internazionale per le materie insegnate e per i metodi scelti nella gestione dei corsi.

Per il 2018 gli studenti stranieri che hanno deciso di passare un periodo di formazione in Italia sono più di 150, che vanno ad aggiungersi a coloro che già erano presenti nell’ateneo e che arrivavano già al numero di 200 in totale.

Sono molti i Paesi con i quali sono stati fatti accordi allo scopo di consentire agli studenti stranieri di avere la possibilità di formarsi in Italia: dalla Cina alla Russia, passando per il Brasile e il Vietnam. Questi non fanno parte solamente del progetto Erasmus, ma di organizzazioni che consentono lo scambio e l’accoglienza di ragazzi con la voglia di migliorare le proprie conoscenze.

Allo stesso modo, dall’Univpm per l’anno accademico in corso sono partiti, verso Paesi dell’Unione e anche extra UE, ben 200 studenti che andranno a rappresentare il Paese in altri atenei.

Perché scegliere un’università telematica?

Oltre a tutti quegli studenti che abbiano la possibilità di recarsi alle lezioni curriculari esistono anche coloro che non hanno questa possibilità, ad esempio per il fatto di dover conciliare il lavoro e lo studio, oppure per la necessità di ridurre al minimo gli spostamenti.

Proprio per andare incontro alle esigenze di questi studenti sono state create le università telematiche, grazie alle quali i corsi possono essere modulati sulle esigenze e sui ritmi di ogni persona.

Infatti, in un’università “a distanza” sarà possibile avere a disposizione tutta una serie di risorse che lo studente potrà impiegare per progredire nel suo percorso.

Le lezioni si potranno seguire in diretta streaming o anche in momenti differenti, e per ogni iscritto saranno anche costituiti dei pacchetti di risorse grazie alle quali lo studente potrà non perdere nulla di ciò che sarà stato indicato a lezione.

In molti casi sarà anche possibile organizzare modalità telematiche per poter dare alcuni esami, e chi sia iscritto alle università che consentono di prendere la laurea a distanza avrà spesso la possibilità di essere ospitato gratuitamente nel campus allo scopo di sostenere test ed esami orali.

L’università telematica, quindi, è la soluzione per tutti coloro che non possano dedicarsi a tempo pieno all’istruzione ma non vogliano, allo stesso tempo, perdere una grande occasione.





Questo è un articolo pubblicato il 13-03-2018 alle 09:43 sul giornale del 13 marzo 2018 - 249 letture

In questo articolo si parla di cultura, redazione, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aSAf