Via Fanella, svastiche e croci celtiche ai margini della strada

07/02/2018 - Sono i simboli di un passato da archiviare, ma non da dimenticare. Qualcuno, però, sembra ricordarlo fin troppo bene, e vuoi la noia vuoi i residui di qualche malsana nostalgia, ha pensato di riproporli mettendo in atto un vero e proprio atto vandalico. Ed ecco che, a Fano, svastiche e croci celtiche tornano “d’attualità”, disegnate con un pennarello nero su dei cartelli stradali ben in vista.

I simboli inneggianti al nazismo e ad altri movimenti di ultradestra si trovano all’angolo tra via Fanella e via della Concordia, nel lato esterno del piccolo parcheggio adiacente al complesso di uffici, banche e attività commerciali che si affaccia anche su via Roma. È una zona della città piuttosto trafficata, circostanza che fa sì questi segni siano davvero sotto gli occhi di tanti. Almeno fino a quando non verranno rimossi.

Non è la prima volta che in provincia si verifica un caso del genere. Lo scorso novembre, simboli nazisti sono “apparsi” sull’insegna della scuola elementare Anna Frank di Pesaro. Una scelta tutt’altro che casuale, per un atto vandalico che ora fa il paio con gli imbrattamenti di via Fanella che hanno deturpato alcuni cartelli solitamente adibiti alla pubblicità, ma che al momento sono vuoti.

La polizia sta già indagando per scoprire chi siano gli autori del gesto. E per capire se si tratti di una bravata ingiustificabile oppure della nostalgia di qualcuno nei riguardi di estremismi e periodi bui che dovrebbero già essere passati di moda.


di Simone Celli
redazione@viverefano.com






Questo è un articolo pubblicato il 07-02-2018 alle 02:22 sul giornale del 08 febbraio 2018 - 1190 letture

In questo articolo si parla di cronaca, fano, redazione, svastiche, articolo, Simone Celli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aRrH