Controlli al Porto: multe per 40 mila euro, espulsioni e denunce

06/10/2017 -

Nella giornata del 5 ottobre scorso, dopo un’attenta attività d’intelligence, è stata posta in essere un’importante operazione, Coordinata dalla Polizia di Stato, di controlli congiunti presso il porto di Fano da parte del personale del Commissariato coordinato dal Dirigente Stefano Seretti, dell’Ispettorato Territoriale del Lavoro diretto dalla Dirigente Giuseppina Natali e dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Fano diretto dal Tenente di Vascello Iasella Clara.

I controlli, mirati nei confronti dei pescherecci adibiti alla piccola pesca, attraccati alla banchina 13 del Porto di Fano, hanno riguardato sia i lavoratori impegnati nelle attività di pulizia delle reti da pesca sia il personale imbarcato. Nella circostanza sono state effettuate verifiche nei confronti di cinque imbarcazioni, che portavano all’identificazione di 20 persone, tra le quali numerosi cittadini extracomunitari, in parte richiedenti asilo ed in parte titolari di permesso di soggiorno per motivi di lavoro. Nei confronti di due extracomunitari, provenienti rispettivamente dallo Sri Lanka e dalla Tunisia, irregolari sul Territorio Nazionale, l’Ufficio Immigrazione della Questura di Pesaro ha avviato le procedure finalizzate all’espulsione.

Le verifiche di competenza del personale dell’Ispettorato Territoriale del Lavoro hanno riguardato la posizione di 16 lavoratori dipendenti e di 5 aziende del settore pesca ed agricoltura e di cui gli accertamenti sono ancora in corso. Lo stesso personale ha accertato la presenza di ben 13 lavoratori “in nero”, in quanto completamente sconosciuti alla Pubblica Amministrazione ed ha adottato, di conseguenza, 5 provvedimenti di sospensione dell'attività imprenditoriale per utilizzo di manodopera in nero nella misura del 20% rispetto a quella complessivamente impiegata. Allo stato risultano accertate sanzioni per oltre 40.000 euro.

L'operazione si inserisce in una ampia azione di contrasto al lavoro sommerso della manodopera extracomunitaria che prosegue ormai da mesi. La vasta operazione di controlli congiunti ha comportato il dispiego di ben 20 unità, di cui 10 del Commissariato di P.S. di Fano, cinque dell’Ufficio Circondariale Marittimo e cinque dell’Ispettorato Territoriale del Lavoro di Pesaro- Urbino.





Questo è un articolo pubblicato il 06-10-2017 alle 15:04 sul giornale del 07 ottobre 2017 - 468 letture

In questo articolo si parla di giulia mancinelli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aNIs