Alla Rocca malatestiana suonano i "Polyphonie"

22/08/2017 - Venerdì 25 agosto la Rocca Malatestiana di Fano ospita – su iniziativa del Comune di Fano e di Work in progress– la Classica Orchestra Afrobeat uno straordinario ensemble composto da tredici musicisti di estrazione mista classica, barocca e popolare, diretta da Marco Zanotti con la voce solista di Njamy Sitson in Polyphonie.

La Classica Orchestra Afrobeat crea nei suoi lavori di composizione o arrangiamento un territorio di confine che mescola le sonorità e le peculiarità espressive degli strumenti della tradizione colta europea come archi, legni e clavicembalo con le percussioni, i canti e le poliritmie africane. Nella sua terza produzione artistica dopo la rilettura di Fela Kuti insieme al figlio-erede Seun, e l'opera epica Regard sur le Passé con i due griot Baba Sissoko e Sekouba Bambino, in Polyphonie si dedica alla contemplazione catartica delle voci della natura e crea un proprio habitat immaginifico alla ricerca di una primitiva armonia tra l'umano e il divino.

L'ensemble emiliano-romagnolo con il suo organico misto di strumenti antichi europei ed africani, intaglia storie che mantengono una ritualità dilatata, in simbiosi con la smisurata grandezza della natura. Nell'utilizzo delle voci e del contrappunto vi è la duplice valenza della tradizione musicale colta europea e del ricco patrimonio ritmico africano.

Fatta eccezione per un brano di Miriam Makeba, il programma è costituito di composizioni originali, nate dal silenzio mobile di un lago o dal respiro degli alberi, frutto di un estensivo lavoro di gruppo.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-08-2017 alle 11:02 sul giornale del 23 agosto 2017 - 389 letture

In questo articolo si parla di fano, spettacoli, comune di fano

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è http://vivere.biz/aMlk