Piccoli bagnini crescono con Asi e la Società Nazionale Salvamento

11/08/2017 - I recenti fatti di cronaca ci insegnano che il mare, oltre a essere bello e rilassante, può nascondere insidie che in alcuni casi possono rivelarsi tragiche. Ed è proprio per evitare questi epiloghi che ormai da alcuni anni la Società Nazionale Salvamento ha ideato “Papà ti Salvo Il gioco” un gioco che si rivolge ai bambini in età scolare (scuole elementari e prime classi delle scuole medie) ai quali viene insegnato come vivere il mare senza pericoli.

A rispondere all’appello della Società Nazionale Salvamento, della Capitaneria di Porto e del Comune di Fano è stata fin da subito Asi Pesaro, ente di promozione sportiva da sempre in prima linea non solo per la promozione dello sport e di sani principi, ma anche per la sensibilizzazione verso temi importanti, nello specifico la sicurezza in mare. E tra i circa 100 bambini che ieri mattina ai Bagni Carlo di Fano hanno preso parte al gioco formativo, più della metà erano quello dei centri estivi sportivi Jump che ancora una volta hanno avuto la fortuna di apprendere buone pratiche che torneranno utili quando saranno adulti.

Dai 5 ai 12 anni i jumper che, dopo aver ricevuto il kit fatto di zaino, maglietta, cappellino e portachiavi, si sono trasferiti in riva al mare dove, assieme ai bagnini della Società Nazionale Salvamento, tra cui anche tre bellissimi labrador, attraverso giochi e attività ludiche hanno imparato le 10 regole fondamentali da rispettare per un bagno sicuro. “La sicurezza dei nostri piccoli ospiti è alla base di ogni nostra attività – afferma Valentina Torcoletti, educatrice del Jump – e non potevamo che accogliere favorevolmente questa iniziativa che ben si inserisce nel modus operando dei nostri centri estivi dove ci si diverte, si gioca e si fa sport, ma si imparano anche le regole per crescere e diventare uomini nel rispetto per il prossimo e per la natura”.

Dopo le esercitazioni in acqua e a riva, la giornata è proseguita con dei percorsi a coppie e delle staffette con lo scopo di insegnare ai bambini i numeri utili in caso d’emergenza e quindi il 115 dei Vigili del Fuoco, il 118 del Pronto Soccorso e il 1530 della Guardia Costiera. Alla giornata ha preso parte anche il sindaco Massimo Seri che durante il suo intervento ha espresso parole d’elogio sia per l’iniziativa e per chi l’ha ideata e sia per Asi che ancora una volta si è dimostrata attenta a questo genere di iniziative.







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-08-2017 alle 11:47 sul giornale del 12 agosto 2017 - 257 letture

In questo articolo si parla di attualità

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è http://vivere.biz/aL82