Mondolfo: intitolazioni degli spazi pubblici, ecco le proposte

18/04/2017 - Facendo seguito all'incontro, col sindaco Barbieri, del 27 marzo, gli abbiamo inviato quanto da lui richiestoci.

 In particolare un primo elenco di nomi per la titolazione di spazi pubblici privi di indicazione come, ad esempio, parchi, giardini, rotatorie, etc, per tramandare, anche a scopo pedagogico, la memoria storica.
1. Maria Ester Procaccini, 15.11.1899 - 22.08.1900. L'epigrafe più bella:
2. Odoardo Noya, 1871-1963. Fondatore del PSI a Mondolfo, successivamente del PCI, e Sindaco dal 1903 al 1904;
3. Bruno Serfilippi, "Bruno la guardia", per omaggiare il Corpo dei Vigili Urbani, 10.02.1920-11.12.1969. Militare del Regio Esercito, sottufficiale, riportò ferite a causa del servizio prestato;
4. Aldo Silvestrini, 1889-1954, imprenditore mondolfese del settore della fisarmonica italiana;
5. Mons. Luigi Frediani, parroco di Mondolfo;
6. Can.co Osvaldo Federiconi, parroco di Mondolfo;
7. Aldo Rogheto, presidente nazionale ordine dei veterinari.

Per quanto riguarda i garibaldini Alegi e Bernacchia, abbiamo indicato che sarebbe più appropriato dedicargli una via cittadina, così come per il pluridecorato Alberto Noya. Per l'attuale via, dove si trova la Sinagoga, la sua titolazione in "via della Sinagoga di Mondolfo" sarebbe molto opportuna. Infine insistiamo per la riproduzione, almeno, delle pergamene secolari depositate presso l'Archivio di Stato di Pesaro, e della documentazione, anche parziale, dell'ex-Ospedale "Bartolini" e dell'ex-IRAB "Ciavarini-Doni" sempre custodita dall'Archivio di Stato. Chiediamo la titolazione della biblioteca comunale ad Angelo Peruzzi per le motivazioni già illustrate.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-04-2017 alle 19:47 sul giornale del 19 aprile 2017 - 673 letture

In questo articolo si parla di mondolfo, politica, Comitato Cittadino Mondolfese

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è http://vivere.biz/aIzE