165° Anniversario della Fondazione della Polizia

Polizia di Stato 113 10/04/2017 - Nella mattinata del 10 aprile 2016, nella splendida cornice del Teatro della Fortuna di Fano, si sono tenute le Celebrazioni per il 165° Anniversario della Fondazione della Polizia.

Alla cerimonia, aperta al pubblico, alla quale hanno partecipato le più importanti Autorità civili, militari e religiose della Provincia, hanno assistito anche circa 200 ragazzi delle scuole medie inferiori e superiori del posto. L’idea di tenere la cerimonia a Fano, dopo le edizioni 2015 a Pesaro e 2016 a Urbino, fortemente voluta dal Questore dr. Antonio Lauriola, rappresenta un forte messaggio di vicinanza della Polizia di Stato a tutta la popolazione della Provincia. Nel corso della cerimonia è stata data lettura dei messaggi di saluto del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, del Ministero dell’Interno Marco Minniti, del Capo della Polizia Prefetto Franco Gabrielli, del Prefetto di Pesaro e Urbino dr. Luigi Pizzi e del Questore Antonio Lauriola. Si è inoltre tenuta la premiazione degli operatori di Polizia evidenziatisi in occasione di importanti operazioni e di alcuni cittadini che hanno fornito un sostanziale contributo per la risoluzione di situazioni critiche. L’evento è stato impreziosito dall’intervento dell’Ensemble di Fiati del Conservatorio Rossini di Pesaro e di alcuni cantanti, che hanno eseguito l’Inno Nazionale Italiano “Il Canto degli Italiani” di Mameli e la marcia d’ordinanza della Polizia di Stato “Giocondità”.

Nella circostanza la Questura di Pesaro ha inoltre divulgato il seguente consultivo delle attività svolte dalla Polizia di Stato in questa Provincia nel periodo aprile 2016 - marzo 2017: la Divisione Anticrimine ha svolto un’incisiva ed efficace attività nell’ambito della raccolta ed analisi delle fenomenologie criminali. Escluse, per ragioni di brevità, altre peculiari incombenze, sul fronte delle misure di prevenzione ha emesso 24 avvisi orali, 96 fogli di via obbligatori e 2 sorveglianze speciali nei confronti di soggetti ritenuti pericolosi per la sicurezza pubblica. Per quanto concerne il reato di stalking ha ammonito 9 persone ritenute responsabili di atteggiamenti persecutori; la Divisione Polizia Amministrativa e sociale ha istruito e rilasciato oltre 8.850 passaporti, rigettandone 32. Sono state rilasciate, inoltre, circa 1.000 licenze di porto di fucile. Ha rilasciato circa 850 autorizzazioni al trasporto di armi e circa 1.680 autorizzazioni per l’esportazione/importazione di armi. Numerosi i controlli amministrativi, a seguito dei quali per alcune attività sono state contestate violazioni e disposte sospensioni di licenze. L’Ufficio Immigrazione ha istruito e rilasciato circa 10.543 permessi di soggiorno, e rifiutandone o revocandone circa 370. Relativamente al contrasto dell’immigrazione clandestina ha trattato circa 100 pratiche di espulsione, con 76 ordini dello scrivente, 6 trattenimenti presso centri di identificazione e 24 accompagnamenti coattivi alla frontiera.

Ha effettuato controlli di frontiera su 39 navi turistiche per un totale di 7.600 passeggeri; l’Ufficio di Gabinetto ha predisposto circa 1.800 ordinanze per la disciplina di manifestazioni ed eventi afferenti l’ordine e la sicurezza pubblica nelle quali sono stati impiegati circa 2.240 uomini della Polizia di Stato. l’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico, che gestisce e coordina le volanti nell’arco delle 24 ore, ha registrato circa 15.000 controlli su strada di persone e 7.400 di veicoli. Quel personale ha tratto in arresto 13 persone, indagandone, in stato di libertà 142. I Poliziotti di quartiere hanno assicurato oltre 130 servizi di pattugliamento nelle zone centrali della città, sviluppando significative relazioni di prossimità con le diversificate realtà commerciali ed esercizi ivi attivi; la Squadra Mobile ha sviluppato incisive iniziative ed attività di contrasto di espressioni criminali riconducibili ai cosiddetti reati predatori, in particolare rapine e furti, conseguendo, lì dove si è riusciti, lusinghieri risultati, a seguito di complesse e prolungate indagini, atteso il vivo allarme sociale prodotto da detti reati. Particolare impegno ha profuso nei confronti del traffico di stupefacenti, nonché nell’attività di monitoraggio, finalizzata a rilevare eventuali proiezioni di associazioni criminali attive in questo territorio. Il bilancio complessivo ha fatto registrare 40 persone arrestate/catturate/sottoposte a fermo di p.g., per varie fattispecie di reato e 67 deferimenti in stato di libertà, nonché il sequestro di circa 1.334 grammi di cocaina, circa 2.000 chilogrammi di marijuana, circa 11 chili di hashish, circa 16 grammi di eroina; la D.I.G.O.S. ha presenziato, con la consueta discrezione, a tutte le manifestazioni ed agli eventi di vario genere maturati nel corso del periodo di riferimento, garantendone il regolare svolgimento e scongiurando, con equilibrio ed efficace mediazione, negative ricadute o turbative per l’ordine pubblico.

Ha inoltre curato la sicurezza delle numerose personalità sottoposte a misure di tutela, che hanno visitato la nostra Provincia. Nel corso dell’attività svolta ha denunciato in stato di libertà, per reati di vario genere, 13 persone; il Comm.to di P.S. di Urbino ha effettuato circa 5.000 controlli su strada di persone e 2.550 di veicoli, arrestando 20 persone e deferendone in stato di libertà 84; il Comm.to di P.S. di Fano ha effettuato circa 7.000 controlli su strada di persone e 4.100 di veicoli, arrestando 38 persone e deferendone in stato di libertà 59. Significativo è stato, inoltre, l’apporto conferito da personale delle specialità della Polizia di Stato. In tale contesto: la Polizia Stradale, ha assicurato, nell’arco temporale preso in esame, circa 5.800 pattuglie su strada, ha elevato circa 27.000 contravvenzioni al codice della strada, ha tratto in arresto 4 persone, denunciandone all’Autorità giudiziaria 159, e ritirando 376 titoli alla guida e 145 carte di circolazione; la Polizia Ferroviaria ha assicurato efficaci controlli nell’ambito della giurisdizione di competenza, garantendo sul fronte della prevenzione positivi risultati, identificando circa 1.230 persone, arrestando 1 persona e denunciandone 1 a piede libero; la Polizia Postale ha assicurato i suoi compiti istituzionali, perseguendo truffe telematiche ed altre illecite attività connesse a fraudolenti utilizzi e clonazioni di carte di credito elettroniche, segnalando all’A.G. 37 persone.

Numerosi i controlli di persone e veicoli nell’ambito dei servizi di vigilanza ad uffici postali del capoluogo e provincia. Si allega l’elenco del personale della Polizia di Stato della Provincia di Pesaro e Urbino, che in occasione della cerimonia, ha ricevuto riconoscimenti premiali (Encomi e Lodi) per meriti di servizio: Sost. Comm. Carlo BECIANI; Ispettore Superiore S.U.P.S. Francesco GRECO; Ispettore Superiore S.U.P.S. Flavio SALVI; Ispettore Capo Franco CALCINA; Ispettore Capo Felicia D’ASCANIO; Ispettore Capo Roberto ROSSI; Sov. C. Giovanni IANNELLI; Sov. C. Angela DE RISO; Sov. C. Stefano LUCCARINI; Sov. Gianluca DI GUILMI; Sov. Ivan CARBONI; Vice Sov. Osvaldo ACCURSI; Vice Sov. Raffaele BARTOLACCI; Vice Sov. Andrea PIERLEONI; Ass. C. Luca PIERSANTI; Ass. C. Massimiliano RAINALDI; Ass. C. Marco MAGINI; Ass. C. Felice ; RUOCCHIO; Ass. C. Simone CAMILLI; Ass. C. Luca BRUSCOLINI; Ass. C. Luca DEL PAPA; Ass. C. Marco MAGINI.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-04-2017 alle 14:18 sul giornale del 11 aprile 2017 - 323 letture

In questo articolo si parla di attualità, polizia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è http://vivere.biz/aImy