Concluso il progetto di fusione tra Aset Spa e la Holding, Pd Fano: 'Segnale di apertura al territorio'

Alberto Bacchiocchi 30/03/2017 - Il Partito Democratico di Fano annuncia con orgoglio e soddisfazione la conclusione del progetto di fusione tra Aset Spa e la Holding.

Un progetto a cui in pochi credevano, ma che in tanti hanno provato a far saltare, ma grazie alla determinazione del Partito Democratico e di quasi tutta la maggioranza (e anche parte dell’opposizione va detto) siamo riusciti ad arrivare a questo storico risultato per la città di Fano.

Vogliamo evidenziare che con questa operazione abbiamo creato un’azienda interamente pubblica, con 300 dipendenti, in grado di fare importanti investimenti in strutture e sistemi innovativi, che potranno portare nel breve/medio periodo ricadute positive dal punto di vista occupazionale, sulla qualità dei servizi e ci auguriamo anche a dei consistenti tagli alle tariffe (autorità d’ambito permettendo).

Nell’ultimo consiglio comunale, è stata approvata, nonostante il voto contrario del consigliere Severi e dei soliti 5 stelle, la delibera che prevedeva due sostanziali modifiche allo statuto della nuova Aset: la prima in merito ai patti parasociali con i comuni soci, e la seconda la previsione di un consiglio di amministrazione a cinque rappresentanti.

Con queste modifiche garantiamo una guida solida della società con figure ai vertici capaci, responsabili in grado di dare un contributo alla crescita della società, esercitando tutte le funzioni di controllo necessarie per garantire la massima trasparenza e partecipazione nella gestione e nella distribuzione dei dividendi.

Siamo convinti che con questa operazione di fusione e le successive modifiche allo statuto, abbiamo dato un segnale di apertura al territorio, ai comuni della vallata, pensando ad Aset non solo come società del comune di Fano, ma a un patrimonio di tutta la vallata del Metauro e dei comuni che ne fanno parte e proprio per questo dovranno essere adeguatamente rappresentati negli organi direttivi. Nella speranza che questo possa essere apprezzato e tenuto a mente dai comuni stessi, quando ci si troverà a fare delle scelte importanti per questo territorio.

Infine vogliamo far notare che il Cda a cinque non farà crescere i costi rispetto a quanto si spendeva in passato tra le due aziende, avremo addirittura un risparmio di 10.000 euro, e anche tentare di far credere che sia una scelta per aumentare i posti destinati alla politica è una grave offesa per coloro che siederanno nel consiglio, perché saranno valutati per le loro qualità personali e professionali, e un insulto all'intelligenza dei cittadini, a cominciare dai fanesi, che da anni aspettavano la conclusione della vicenda tra le due Aset.

Concludiamo ringraziando tutti gli attori che si sono impegnati con capacità e serietà al raggiungimento di questo obiettivo, partendo dai collaboratori delle due Aset, ai rispettivi Cda, ai dirigenti comunali ma soprattutto alla dott. Celani, garante inappuntabile e paziente di tutta l’operazione.

Grazie a tutti da parte del Partito Democratico.


da Alberto Bacchiocchi
capogruppo Pd Fano




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-03-2017 alle 14:15 sul giornale del 31 marzo 2017 - 645 letture

In questo articolo si parla di fano, politica, partito democratico, Pd Fano, Alberto Bacchiocchi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aH2k