#OrizzonteFano è più vicino, mercoledì inaugura l’Urban Center alla Memo

20/03/2017 - C’è ancora spazio e tempo per poter dare il proprio contributo alla creazione del Piano strategico della città #ORIZZONTEFANO. A partire dal 22 marzo, sarà infatti attivo, dalle 16 alle 18, per tutti i mercoledì che precederanno la presentazione del progetto, lo spazio “Urban Center” all’interno della Mediateca “Memo” Montanari (piano terra, sala n° 6).

“Sarà uno spazio fisico – sottolinea l’assessore all’Urbanistica Marco Paolini -, operativo, di informazione, partecipazione formazione, ideazione e co-progettazione che abbiamo voluto collocare all’interno della seconda piazza della città per continuare quel ‘mercato delle idee’ che ha avuto nel ‘Foro Urbano’ del 4 marzo la prima e più partecipativa giornata”.

Nella bacheca dell’Urban Center sarà possibile trovare planimetrie, progetti e gli instant report del Foro Urbano. “Gli utenti, che avranno a disposizione una postazione pc potranno chiedere informazioni e lasciare i propri suggerimenti, idee e materiale” ricorda Andrea Cagnazzo, dell’Ufficio di Gabinetto del Sindaco che indica poi: “Ci si troveranno i documenti fino ad ora elaborati e quelli che si aggiungeranno in fase di progettazione. Tra questi anche l'elaborato che Avanzi - Sostenibilità per Azioni, sta preparando e che consegnerà in settimana relativo agli elementi di valenza urbanistica, frutto di alcune interviste e dell'Ost. L’Urban center garantisce continuità tra Foro Urbano, Pubblica amministrazione e cittadinanza”.

Un desiderio, e per molti dei partecipanti dell’appuntamento del 4 marzo, una vera necessità (diverse le richieste in questo senso pervenute alla mail info@orizzontefano.it e attraverso la pagina Facebook del Piano strategico). “Foro Urbano è stata una officina di idee” sottolinea Paolini nel ricordare i 18 argomenti proposti dai cittadini: riqualificazione e rigenerazione urbana; futuro intelligente ed eco-sostenibile per Fano, smart city; rilettura del territorio; litorale e turismo; adeguamento edifici pubblici (scuole) al rischio sismico; valorizzazione del patrimonio culturale; Infrastrutture, aeroporto e parco urbano; tecnologia al servizio dell’Amministrazione e del cittadino, trasparenza e partecipazione; lavoro, nuove attività e zona industriale; Città dei Bambini e creatività; Fragilità sociali; la sanità a Fano; vita e morte. tematiche sociali; multiculturalità; orari della città; Spazi e attività per i giovani; mobilità sostenibile, marciapiedi, piste ciclabili; sport.

“Fano vuole essere una città rigenerata, attrattiva, slow e smart – ha aggiunto Paolini – senza barriere architettoniche, multiculturale, con più strade tolte alle auto e consegnate alla gente. I cittadini chiedono una città a misura d’uomo, lo stop al consumo del suolo. Molti di questi progetti hanno già trovato attenzione, mi riferisco al piano delle ciclabili, alla sicurezza antisismica delle scuole, al parco del Vallato, ai nuovi tempi di apertura degli asili nido. L’Urban Center sarà il luogo in cui seguire, da vicino, anche questi percorsi”.

Ulteriori momenti di confronto dedicati a imprenditori, stakeholder e associazioni sono in programma nelle prossime settimane.

Info: www.orizzontefano.it
Facebook: @orizzontefano
YouTube: @Orizzonte Fano







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-03-2017 alle 20:02 sul giornale del 21 marzo 2017 - 325 letture

In questo articolo si parla di attualità, fano, Urban Center, orizzontefano, #OrizzonteFano

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è http://vivere.biz/aHEa