21 marzo: Giornata della memoria delle vittime delle mafie

padalino fano Ogni 21 marzo, primo giorno di primavera, l’associazione “Libera” celebra la Giornata della Memoria e dell’Impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie, perché in quel giorno di risveglio della natura si rinnovi la primavera della verità e della giustizia sociale.

Dal 1996, ogni anno in una città diversa, viene letto un elenco di circa novecento nomi di vittime innocenti. Ci sono vedove, figli senza padri, madri e fratelli. Ci sono i parenti delle vittime conosciute, quelle il cui nome richiama subito un’emozione forte. E ci sono i familiari delle vittime il cui nome dice poco o nulla.

Per questo motivo è un dovere civile ricordarli tutti. Per ricordarci sempre che a quei nomi e alle loro famiglie dobbiamo la dignità dell’Italia intera. In preparazione alla prossima giornata della Memoria, la Consulta degli studenti della Padalino ha individuato alcune persone - uomini e donne le cui vite sono state spezzate dalla criminalità organizzata - delle quali raccogliere la memoria.

Ogni classe della Scuola Secondaria ha ricercato informazioni sulla persona loro assegnata e il 21 marzo tutti gli studenti si ritroveranno nel nostro cortile per ascoltare, alla presenza di autorità civili, militari e religiose, una breve presentazione di queste vittime della mafia, accompagnando alle parole un gesto simbolico.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-03-2017 alle 12:25 sul giornale del 21 marzo 2017 - 668 letture

In questo articolo si parla di scuola, attualità, fano, padalino, istituto padalino fano

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è http://vivere.biz/aHCK