Evade dagli arresti domiciliari, 29enne arrestato: torna in carcere

polizia 17/03/2017 - Torna in carcere, in attesa del processo, il 29enne di origine lettone, che nel novembre 2016 si era reso responsabile degli incendi a due ristoranti di Fano, evaso nei giorni scorsi da una comunità terapeutica di Sassocorvaro.

L’uomo, che si trovava agli arresti domiciliari nella comunità terapeutica di Sassocorvaro, è stato rintracciato giovedì a Fano dagli stessi agenti del Commissariato di P.S. che lo avevano arrestato pochi mesi prima.

Le ricerche, che avevano portato gli agenti a focalizzare l’attenzione proprio su Fano, hanno infatti permesso al personale diretto dal dirigente Stefano Seretti di rintracciare il 29enne in via Roma, nei pressi di un istituto di credito dove aveva depositato il denaro.

Pertanto, all’uscita, il 29enne di origine lettone, che non ha opposto resistenza, è stato bloccato e dichiarato in arresto per il reato di evasione. Venerdì mattina l’Autorità Giudiziaria ha disposto la riattivazione della misura cautelare in carcere, in attesa del processo.





Questo è un articolo pubblicato il 17-03-2017 alle 15:20 sul giornale del 18 marzo 2017 - 533 letture

In questo articolo si parla di cronaca, polizia, fano, sassocorvaro, arresto, sudani scarpini, evasione, polizia di Fano, commissariato di fano, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è http://vivere.biz/aHxX