A Fano il ciclo di incontri 'Raccontare la Grande guerra. Scrittori e romanzi a confronto': venerdì incontro con Corrado Donati

2' di lettura Fano 28/02/2017 - Inizia venerdì 3 marzo alle ore 17:30 presso la Mediateca Montanari a Fano il ciclo di incontri Raccontare la Grande guerra. Scrittori e romanzi a confronto in cui scrittori, critici letterari e docenti universitari presentano e discutono le pagine più significative relative al primo conflitto mondiale.

Il ciclo è promosso da ISCOP, Biblioteca Bobbato, Mediateca Montanari, Comune di Fano Assessorato alle Biblioteche e Assessorato alla Memoria, con il sostegno della Presidenza del Consiglio dei Ministri e della Banca di Pesaro e la collaborazione dell'Archivio di Stato di Pesaro e Urbino. Nel primo incontro Corrado Donati tratterà "La guerra narrata e il 'Purgatorio' di Antonio Baldini".

Quando nel 1918 fu pubblicato il libro di Antonio Baldini Nostro Purgatorio. Fatti personali del tempo della guerra italiana, Umberto Fracchia scrisse che si trattava di uno dei libri «più belli, vivi e commoventi da quando, e non è poco, gli uomini combattono e guerreggiano fra di loro». Un giudizio condiviso da altri critici (tra essi D’Amico e Prezzolini) e ripreso sostanzialmente da Emilio Cecchi in occasione della ristampa dell’opera di Baldini, con altri scritti, ne Il libro dei buoni incontri di guerra e di pace (1953). Nonostante questa positiva accoglienza, sul libro di Baldini è caduto un lungo silenzio. Ciò può dipendere dal particolare “tono” narrativo dello scrittore, che sembra ridurre la guerra a poco più di un pretesto che fa da sfondo, come rivela il sottotitolo, a una cronaca di “fatti personali” raccontati in punta di penna, con l’equilibrio e l’ironia che rifuggono dai toni drammatici o dal pathos di altri libri e di altri autori.

Un libro “diverso”, dunque, nel panorama della letteratura di guerra che siamo abituati a frequentare, ma non per questo meno intenso e, anzi, tra i più commoventi e autentici proprio perché Baldini è tanto lontano dall’esaltazione guerresca dei più, quanto vicino alla semplice umanità di chi si batte a rischio della vita nel fango delle trincee. Corrado Donati ha insegnato Letteratura italiana contemporanea nelle Università di Urbino e Trento. Le sue ricerche vertono principalmente sull'opera di Luigi Pirandello e in genere sulla narrativa e sulle riviste letterarie della prima metà del Novecento. Ha fondato e diretto fino al 2015 la casa editrice Metauro.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-02-2017 alle 11:54 sul giornale del 01 marzo 2017 - 611 letture

In questo articolo si parla di attualità, fano, comune di fano, corrado donati, raccontare la grande guerra, scrittori a confronto

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aGUS





logoEV
logoEV