Lotta al gioco d'azzardo patologico: agevolazioni Tari e ciclo idrico per l’anno 2017 alle attività che rimuovono le slot

slot machines 2' di lettura Fano 29/12/2016 - La Giunta Comunale di Fano, riunitasi il 22 dicembre 2016, con delibera n.593 ha approvato ‘le linee guida per la concessione di agevolazioni tariffarie del tributo Tari e ciclo idrico per l’anno 2017 a favore di utenze non domestiche’. Ed, in tale ambito, ha aggiunto un nuovo tassello al proprio percorso volto a contrastare il gioco d’azzardo patologico.

Infatti, vista la deliberazione del Consiglio di Amministrazione di Aset spa n.061 del 10.08.2016 con la quale si autorizzava la destinazione di parte del fondo ‘anticrisi’ inutilizzato per un massimo di 30.000 euro per la Tari e 30.000 euro per le utenze dell’idrico, a favore e sostegno di nuove attività e di attività che provvedono a rimuovere tutti gli apparecchi di gioco, l’Amministrazione comunale ha promosso un intervento a favore delle attività industriali, artigianali, commerciali, esercizi di somministrazione e strutture ricettive del territorio.

Pertanto, prevedendo per l’anno 2017 agevolazioni tariffarie Tari e Ciclo Idrico per una somma massima prevista di 60.000 euro, di cui 30.000 per sgravio sulla Tari e 30.000 euro per sgravio sugli importi del Ciclo Idrico, ad unanimità di voti, la Giunta comunale, al fine di incentivare la dismissione delle slot machine negli esercizi pubblici, ha stabilito che i titolari di nuove attività (con data di inizio attività nell’anno 2016 e in esercizio al momento della presentazione della domanda); i titolari di attività in locali aperti al pubblico in esercizio al momento della presentazione della domanda, che abbiano comunicato la cessazione dell’attività di installazione di apparecchi e congegni automatici, semiautomatici, elettronici da trattenimento o da gioco di abilità, che dichiarino di aver provveduto alla rimozione delle apparecchiature e di aver esposto il logo ‘Fano No-Slot’ documentato da immagine fotografica; ed i soggetti che abbiano trasferito nel 2016 la propria attività da altro comune al territorio di Fano, potranno richiedere, a seguito della pubblicazione di avviso pubblico, la concessione delle agevolazioni.

Inoltre la delibera stabilisce che le agevolazioni sono cumulabili tra loro ed il contributo riconosciuto, che in entrambi i casi verrà erogato sulle bollette o avvisi di pagamento emessi dal 1° gennaio 2017, per quanto riguarda la Tari non potrà eccedere i 1000 euro mentre per quanto riguarda il ciclo idrico sarà attribuito in base alla categoria di appartenenza secondo la tabella di seguito riportata:

----------------_0

Fano, che già ha aderito al Manifesto dei Sindaci per la Legalità contro il Gioco d’Azzardo, ha aggiunto un nuovo tassello al proprio iter.

Nel pdf la delibera integrale.



...

...






Questo è un articolo pubblicato il 29-12-2016 alle 20:03 sul giornale del 30 dicembre 2016 - 543 letture

In questo articolo si parla di fano, politica, comune di fano, Sudani Alice Scarpini, agevolazioni, attività economiche, new slot, gioco d'azzardo patologico, TARI, articolo, ciclo idrico

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aE56





logoEV