Capodanno fanese: divieto di utilizzo di petardi, botti e fuochi d'artificio fino al 6 gennaio 2017

27/12/2016 - Il Capodanno fanese (leggi qui), con musica e neve in piazza XX Settembre, comicità e risate a Teatro, avrà inizio alle ore 22 e si concluderà attorno alle ore 1:30. Per salutare il 2016 e dare il benvenuto al Nuovo Anno, Piazza XX Settembre si spegnerà e si animerà l’Albero della Vitaì e, allo scadere, in corrispondenza dei 4 lampioni della piazza le fontane pirotecniche regaleranno ai presenti un momento suggestivo.

Il tutto nel rispetto degli animali. E, per garantire la massima sicurezza, il Sindaco Massimo Seri ha firmato l’ordinanza che vieta l’utilizzo di petardi, botti, spari e artifici pirotecnici su tutto il territorio comunale di Fano dal 30 dicembre 2016 al 6 gennaio 2017.

"I trasgressori potranno incorrere, salve le più gravi fattispecie penali od amministrative connesse o concorrenti anche con riferimento a quanto previsto dall'art.650 e 703 del codice penale, nelle sanzioni di cui all'art.7bis del D.Lgs.n.267/2000.

E’ importante precisare che quest’anno il Ministero dell'Interno ha emanato una circolare (10.12.2016) che solleva dubbi di legittimità sulle ordinanze d'urgenza emanate dai Sindaci, che vietano l'utilizzo di fuochi d'artificio in occasione delle festività di fine anno. La Prefettura di Pesaro Urbino, sulla base della suddetta circolare e della recente riclassificazione del materiale pirotecnico, ha dato disposizione ai Sindaci di astenersi dall'emanare ordinanze che vietino l'utilizzo generalizzato di ogni specie di fuochi d'artificio, consentendo invece l'uso di quelli a "rischio potenziale basso di pericolosità e di rumorosità", di libera vendita al minuto.

Sebbene meno pericolosi per la pubblica incolumità, tali fuochi possono comunque arrecare disturbo alle persone anziane, ai malati, ai bambini piccoli e spaventare gli animali domestici e selvatici.

Il fatto che il divieto sia meno drastico del passato, non significa che i cittadini non possano dimostrare di aver recepito il messaggio di tanti Sindaci che – come nel caso di Fano - hanno negli ultimi anni condotto una battaglia di civiltà a tutela delle persone più fragili e degli animali. Godiamoci quindi una fine dell’anno in armonia con luci, colori, musica e…pochi botti!
".

Di seguito il testo completo dell'ordinanza (per ingrandire, cliccare sull'immagine).







Questo è un articolo pubblicato il 27-12-2016 alle 16:08 sul giornale del 28 dicembre 2016 - 738 letture

In questo articolo si parla di attualità, fano, capodanno, comune di fano, Sudani Alice Scarpini, articolo, capodanno fanese

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aE19