Il Natale Più accende la città tra luci e poesia

Fano 29/11/2016 - Piazza XX settembre strapiena per l'inaugurazione delle festività natalizie fanesi. Tra le novità più apprezzate la filodiffusione che sprigiona musica in tutto il centro storico

Ore 18 del pomeriggio di domenica 27 novembre, nonostante piazza XX settembre sia stracolma di persone, il vociare si interrompe non appena si spengono le luci. Dagli altoparlanti, la voce del presidente della Proloco di Fano Etienn Lucarelli che, con un messaggio di condivisione, armonia e speranza, da il via alla cerimonia d'apertura del Natale Più di Fano. Sui 4 teli bianchi che coprono il grande albero della piazza, realizzato grazie alla creatività di Paolo Del Signore e Stefano Seri, si susseguono proiezioni di luci accompagnate dalla poesia “La via giusta” di Sandrino Aquilani, recitata da Nando Gazzolo. L'emozione raggiunge il suo apice quando, dalle potenti casse dell'albero, si sprigiona la musica degli U2 che intonano Miss Sarajevo e finalmente i 4 teli che celavano la struttura cadono rivelando in un'esplosione di coriandoli l'albero illuminato.

“E' stato un momento molto emozionante – ha commentato il sindaco di Fano, Massimo Seri -, anche quest'anno il connubio Proloco e amministrazione comunale, ha dato i suoi frutti e ha reso il centro storico un luogo magico che, spero, possa donare un po' di serenità a tutti i fanesi, almeno per questo periodo di festa”.

Con l'accensione del simbolo del Natale, situato in piazza XX Settembre, si sono illuminate le altre piazze della città che, da via Cavour dove è stata installata la renna “Cometa” di cartapesta donata dall'Ente Carnevalesca, a porta Giulia con 4 alberi stilizzati formati da Led, hanno preso improvvisamente vita. Tutto il centro quest'anno è stato infatti “investito” dal Natale Più grazie all'impegno della Proloco, con la collaborazione dell'amministrazione Comunale, Confcommercio, Confesercenti, Fondazione Teatro e dei commercianti del centro storico. Tra le novità c'è la casetta di Babbo Natale in via Garibaldi, presa d'assalto dai bambini che hanno lasciato la propria letterina indirizzata al grande vecchio barbuto. Tra i luoghi più suggestivi del centro storico c'è invece piazza Amiani, che con i suoi alberi circondati da fasci di luce e la grande giostra sullo sfondo, regala ai passanti un'atmosfera davvero magica.

“Noi siamo dell'idea che se c'è la collaborazione di tutti - spiega il presidente della Proloco Etienn Lucarelli -, le cose si possono fare nel modo giusto. La città, gli esercenti hanno risposto, si sono dati da fare e questo è il risultato: una centro illuminato a festa che regalerà serenità e un'atmosfera accogliente a tutti coloro che lo visiteranno. Inoltre, estendendo gli allestimenti anche fuori dalla piazza si rende viva tutta la città e si agevola il giro d'affari di tutti i commercianti”.

Grande successo anche per la filodiffusione che con le sue 60 casse (1 ogni 10 metri) per un totale di 700 metri coperti, diffonde la musica in tutto il centro storico. Tanti i commenti positivi delle persone, sorprese dalla qualità del suono dell'impianto, che accompagnerà i fanesi per tutta la durata delle feste.

“La scelta di dislocare i vari punti nevralgici del Natale Più in tutta la città è stata mirata – ha commentato l'assessore alle Attività Produttive, Carla Cecchetelli -. L'idea è stata quella di creare un vero e proprio villaggio del Natale che potesse attirare gente anche da fuori città. L'obiettivo di questa scelta è stato quello anche di dare una mano anche ai commercianti un po' più defilati, che potranno contare su di un flusso di gente più abbondante e continuo”.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-11-2016 alle 12:15 sul giornale del 30 novembre 2016 - 559 letture

In questo articolo si parla di fano, politica, Pro Loco Fano

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aD4b





logoEV
logoEV