Pusher con 1.000 contatti "social" arrestato dai carabinieri di Fano, nei guai un albanese di 24 anni

Carabinieri Fano 24/11/2016 - Vantava su Facebook 1.000 contatti. Una rete di amicizie che - hanno appurato i carabinieri di Fano - in realtà serviva per scopi tutt'altro che amichevoli. Dai contatti virturali a quelli reali, infatti l'uomo - un albanese di 24 anni - passava all'incasso con lo spaccio degli stupefacenti.

L'albanese è stato arrestato e il giudice ne ha diposto la convalida in carcere.

Da tempo ai carabinieri della città di Fano erano giunte numerose segnalazioni su un albanese conosciuto con il nome italianizzato di "Sandro" che, sebbene si trovasse senza lavoro, in realtà trascorreva il giorno dormendo e le notti nei locali dell’Arzilla e del Lido.

Nel suo profilo Facebook quasi 1.000 amici e innumerevoli selfie in cui si ritraeva con l’immancabile bottiglia di spumante pregiato in bella vista.

Il sospetto è affiorato immediatamente ai militari dl nucleo operativo guidati dal capitano Alfonso Falcucci: l'uomo aveva un tenore di vita sproporzionato grazie allo smercio di sostanze stupefacenti.

Dopo alcuni servizi di osservazione i militari hanno notato fugaci contatti tra l’albanese e numerose persone che incontrava sempre in locali pubblici ed affollati complicandone la possibilità di accertare la natura dell’incontro.

Nessun contatto telefonico per la sua attività: gli amici sapevano dove trovarlo. Sempre negli stessi locali e sempre negli stessi orari. Dopo un lungo e meticoloso lavoro di osservazione e dopo aver individuato i punti di appoggio dove avrebbe potuto nascondere e tagliare lo stupefacente, i carabinieri sono passati all’azione.

Osservata quella che appariva l’ennesima cessione sono stati bloccati sia il cliente che lo spacciatore ed è stata recuperata una prima dose di cocaina.

Continuando la perquisizione nella sua abitazione, in pieno centro storico a Fano, e negli ambienti di cui aveva la disponibilità, sono stati rinvenuti complessivamente 50 grammi di cocaina, denaro in contante, sostanza da taglio e gli attrezzi del mestiere per confezionare le dosi.

L’uomo, Sander Marku (nella foto), 24 anni, irregolare sul territorio nazionale, è stato tratto in arresto in flagranza di reato per detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti e condotto in carcere.

Dopo la convalida il giudice ne ha disposto la permanenza nella struttura penitenziaria. Appena trapelata la notizia moltissimi hanno prudentemente tolto l’amicizia “social” all’albanese, evidentemente ormai non più così popolare.








Questo è un articolo pubblicato il 24-11-2016 alle 12:27 sul giornale del 25 novembre 2016 - 2087 letture

In questo articolo si parla di cronaca, arresti, Jacopo Zuccari, carabinieri fano, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aDRL