Mondolfo: il libro sui Della Rovere sarà presentato sabato nella sala del Consiglio Comunale

2' di lettura 15/11/2016 - Una grande pagina della storia di Mondolfo verrà presentata nella Sala del Consiglio Comunale sabato 19 novembre.

Grazie al lavoro della locale sede dell’Archeoclub d’Italia, col patrocinio del Comune e dell’ICS “Fermi” con Banca Suasa, viene infatti per la prima volta edito e presentato al pubblico il volume “Alcuni fatti di Francesco Maria Feltro Della Rovere Duca d’Urbino. Cronaca in forma di dialogo fra l’Autore e lo zio Annibale con epistola dedicatoria a Leonardo della Rovere del 1558 scritta da Filippo Giraldi da Mondolfo”. E’ una preziosissima fonte per la storia rinascimentale di Mondolfo e delle Marche, legata ad una famiglia – quella dei Giraldi Della Rovere – che per secoli ebbe e rivestire un ruolo apicale nella comunità mondolfese ed un impegno di primo piano anche all’interno del Ducato d’Urbino vista la famigliarità ed il forte legame di amicizia con i vari duchi succedutisi nella signoria. Grazie ad un primo lavoro di trascrizione, viene così reso disponibile al grande pubblico un testo manoscritto di difficile lettura - copia del XVII secolo - conservato nella Biblioteca Apostolica Vaticana fra le carte del fondo Ottoboniano Latino, giunto alla Santa Sede con la biblioteca della famiglia Ottoboni, acquisita nel 1748. Non solo curiosità, ma anche importanti notizie quelle narrate nel testo, realizzato con l’espediente letterario del dialogo fra Filippo Giraldi – autore dello scritto – e lo zio Annibale, valente condottiero della casata roveresca: tanti i fatti anche sull’assedio di Mondolfo del 1517.

Proseguono così le iniziative dell’Archeoclub d’Italia nell’ambito delle celebrazioni che il Comune sta conducendo per il Quinto Centenario dell’Assedio di Mondolfo, fatto eroico quanto tragico accaduto nella primavera del1517. Dopo la presentazione di un grande quadro collocato nella Sala del Consiglio Comunale, opera di forte impatto emotivo realizzata da Natale Patrizi – Agrà in apertura delle celebrazioni la scorsa primavera, ecco questo secondo appuntamento. Appuntamento che segna anche una particolare tappa del progetto “La scuola adotta un monumento: segni e simboli della comunità” intrapreso dall’Istituto Comprensivo “Enrico Fermi” e dedicato in particolare allo stemma del casato dei Giraldi.

Alle ore 17, a portare i saluti sarà il Sindaco di Mondolfo Nicola Barbieri col consigliere comunale Enrico Sora, insieme al Presidente di Banca Suasa Maurizio Minucci, partener di questa fondamentale iniziativa culturale Seguiranno poi gli interventi di Luca Cangini, Archivista e Bibliotecario di una preziosa istituzione quale la Biblioteca Oliveriana di Pesaro, ed Alessandro Berluti, di Archeoclub Mondolfo. L’intera cittadinanza è invitata all’appuntamento culturale.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 15-11-2016 alle 13:03 sul giornale del 16 novembre 2016 - 536 letture

In questo articolo si parla di cultura, archeoclub mondolfo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aDty