Lucchetti (Lista Unica): "Barbieri porta avanti il nostro programma"

Fano 03/11/2016 - Dopo il solito annuncio folkloristico della maggioranza che presenta l’apertura del cantiere a Mondolfo per la realizzazione di un tratto di pista ciclopedonale tra i quartieri di San Sebastiano e Centocroci, interviene il capogruppo della lista Unica, il consigliere Massimiliano Lucchetti.

Il consigliere puntualizza come l’opera che sarà realizzata è stata progettata e appaltata dalla Giunta precedente e anche la maggior parte dei soldi per realizzarla sono stati ottenuti dal precedente esecutivo che ha presentato un progetto nel 2015 partecipando ad un bando regionale e intercettando i fondi relativi alla sicurezza stradale.

Lucchetti ovviamente è soddisfatto, perché vede realizzato appieno il programma della sua Giunta: “Sinceramente, quando abbiamo perso le elezioni a Giugno pensavo che ci fosse un netto cambio di rotta rispetto al nostro operato. Durante la campagna elettorale la lista Fare Città (l’attuale maggioranza) ha promesso agli elettori che avrebbe cambiato tutto il nostro operato, considerandolo totalmente sbagliato. Dopo circa cinque mesi dalle elezioni mi accorgo con stupore che tutto quello che per cui abbiamo lavorato durante il nostro mandato, non messo in opera solamente per tempi tecnici, sarà confermato e realizzato dall’attuale esecutivo. Le considerazioni che sorgono spontanee sono due: o il precedente esecutivo non era poi così negativo come è stato dipinto durante la campagna elettorale o l’attuale giunta non ha le capacità tecniche e amministrative per cambiare un percorso comunque virtuoso”.

Un esempio eclatante sembra essere la questione della chiusura del passaggio a livello di Marotta “Per il quale come minoranza e tramite interpellanza consigliare abbiamo ora noi chiesto informazioni durante l’ultimo consiglio comunale. La risposta dell’assessore competente ai lavori pubblici Cattalani - componente del comitato Attraverso Marotta, che si è battuto aspramente per stravolgere i progetti che avevamo concordato con le Ferrovie - è stata a dir poco esilarante. Prima durante il nostro mandato ci hanno accusato di non aver attenuto abbastanza dalle Ferrovie (il nostro accordo prevedeva la cessione dei binari morti a monte e a mare e opere compensative per quasi 5,8 milioni di euro – la media di spesa per le ferrovie relativa alla chiusura dei passaggi a livelli è di 800 mila euro) e la frase ricorrente agli elettori è stata sempre la stessa: «Se governeremo noi ci faremo sentire con le Ferrovie e faremo costruire un cavalcavia!!». Il risveglio per la maggioranza è stato alquanto traumatico e non solo le Ferrovie hanno rifiutato le loro richieste, ma è andata in fumo anche la cessione dei binari morti lato mare che erano indispensabili per migliorare la viabilità della zona a mare”.

Lucchetti conclude: “L’attuale esecutivo ha vinto le elezioni gettando cattiva luce sulla Giunta precedente e con la promessa di cambiamento; fortunatamente una volta eletti si sono accorti quanto di buono avevamo ottenuto e lo stanno portando avanti in toto. Tuttavia mi domando se questo atteggiamento, per noi positivo, sarà altrettanto apprezzato dal loro elettorato, che vedrà disatteso il cambiamento e di conseguenza potrebbe sentirsi preso in giro”.


da Massimiliano Lucchetti

capogruppo Lista Unica





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-11-2016 alle 15:55 sul giornale del 04 novembre 2016 - 841 letture

In questo articolo si parla di politica, massimiliano lucchetti, lista unica

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aC40





logoEV
logoEV