Aset, al via l’indagine di gradimento dei servizi. Capodagli: “Ascolteremo i suggerimenti dei fanesi”

aset fano 2' di lettura Fano 03/11/2016 - “Il dovere di un’azienda pubblica qual è Aset Spa è quello di ascoltare i cittadini e, per questo obiettivo, abbiamo scelto di ripetere il monitoraggio della valutazione dei nostri servizi".

"Il monitoraggio sarà affidato nuovamente al LaRiCa dell’Università Carlo Bo di Urbino ma con modalità telefonica: diretta e più veloce rispetto a quella postale delle scorse edizioni”. Lucia Capodagli, presidente dell’azienda di pubblici servizi, mette di nuovo sotto osservazione la qualità della raccolta rifiuti, dei servizi idrici integrati e dell’illuminazione pubblica, chiedendo ai cittadini di Fano non solo un parere, ma anche suggerimenti utili a migliorare la qualità dei servizi offerti.

L’indagine partirà nei prossimi giorni, quando un campione rappresentativo di almeno 500 utenze domestiche e 100 utenti non domestici di Aset Spa sarà contattato telefonicamente per rispondere a un questionario anonimo. “A garanzia della obiettività e della trasparenza dei risultati – ha spiegato la Capodagli - l’indagine è affidata a un centro di ricerca universitario, il Laboratorio di ricerca sulla Comunicazione Avanzata dell’ateneo urbinate”. Per l’indagine telefonica, il LaRiCa si avvarrà della collaborazione della società Demetra, specializzata in indagini statistiche e raccolta informazioni tramite questionari.

I cittadini e i titolari di attività produttive e commerciali di Fano potranno esprimersi sui servizi offerti da Aset Spa dalla raccolta differenziata dei rifiuti alle telecamere di controllo, dagli ispettori ambientali all’informazione sui diversi servizi, fino alla cortesia e competenza del personale degli uffici che hanno rapporti diretti con i cittadini e le imprese.

Nella ultima indagine, realizzata nel 2014-15, i fanesi hanno individuato nella raccolta differenziata a domicilio un’area di eccellenza: risultava soddisfatto l’85,3% dei clienti domestici e il 73,9% dei clienti non domestici; si era confermata una criticità, invece, lo spazzamento delle strade, e i cittadini di Fano chiedevano all’azienda maggiore sorveglianza e sanzioni per chi non rispetta le regole e il decoro urbano.

Anche i risultati dell’indagine di quest’anno saranno presentati pubblicamente e commentati e si ringrazia fin da ora tutti coloro che dedicheranno il loro tempo alle interviste.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-11-2016 alle 14:13 sul giornale del 04 novembre 2016 - 1025 letture

In questo articolo si parla di economia, aset, Aset spa, aset fano, lucia capodagli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aC4G