Rugby: il Fano ritrova la via smarrita, Gubbio ko e primo posto riconquistato

Fano 02/11/2016 - Dura solo una settimana il “purgatorio” del Fano Rugby che dopo aver perso partita e testa della classifica domenica scorsa a San Benedetto, si rialza subito e con una prova di carattere fa suo il match interno con Gubbio e si riporta al primo posto nella Poule 2 del girone E di serie C1.

Quello andato in scena domenica 30 ottobre al “Falcone-Borsellino”, come al solito gremito in ogni ordine di posto, è stato un match a senso unico dove i fanesi, nell’occasione nell’inedita casacca bianco-rossa, hanno da subito imposto il loro gioco lasciando agli umbri la possibilità di andare a punti solo con la realizzazione di un calcio di punizione.

26-3 il parziale dopo i primi 40 minuti di gioco, frutto di quattro mete messe a segno da Stefano Rossolini, Mathias Canapini, Nicola Bargnesi e Alessandro Gasparini, quest’ultimo autore anche di tre trasformazioni. Fluido e brillante il gioco dei fanesi che hanno saputo interpretare al meglio quanto chiesto dal tecnico Franco Tonelli, che come di consueto, alla vigilia del match, aveva chiesto ai suoi di partire concentrati fin dai primi minuti.

E proprio quella concentrazione, punto di forza nel primo tempo, è stata la componente mancante nella ripresa dove i padroni di casa, forti del risultato messo in cascina, si sono un po’ adagiati sugli allori cercando più lo spunto personale che il gioco di squadra. Ad usufruire di questa “tecnica di gioco” sono gli ospiti che nei secondi 40 minuti di gioco riescono ad andare in meta due volte, contro una dei locali siglata da Marco Sambuchi.

Alla fine il tabellino segna 31-15 per Fano, ma questo non impedisce a coach Franco Tonelli di tirare le orecchie ai suoi: “Bene la vittoria – esordisce il tecnico – bene il ritorno al primo posto, ma se vogliamo crescere non possiamo permetterci di disunirci come successo nel secondo tempo. Apprezzo la personalità dei ragazzi, vogliosi di mettersi in mostra, ma nello sport, specialmente nel rugby, il gioco di squadra è fondamentale e se vogliamo continuare a guardare tutti dall’alto in basso è così che dobbiamo giocare”.

Come detto da Tonelli, il Fano Rugby è tornato a guardare tutti dall’alto in basso, complice la concomitante sconfitta dell’ex capolista San Benedetto sul campo del Gran Sasso. I ragazzi del patron Livi comandano ora la graduatoria con 14 punti, seguita da San Benedetto a 11 e Gran Sasso a 10. Più attardate Gubbio, Macerata e Cus Ancona rispettivamente a quota 8, 2 e 0.

Ad anticipare il match di serie C1 c’è stata a Fano una ricca mattinata di rugby con la disputa degli incontri di campionato delle varie categorie. Il doppio derby con Pesaro dell’Under 16 e Under 18 sorride agli ospiti che espugnano il “Falcone-Borsellino” con prove autoritarie.

“Non ho nulla da rimproverare ai ragazzi – ha commentato il tecnico della 18 Giorgio Brunacci, nonostante il 7-63 finale – abbiamo giocato in 15 senza riserve contro una squadra organizzata come Pesaro. Nel primo tempo li abbiamo fatti sudare, nel secondo abbiamo pagato l’assenza di cambi e la poca esperienza dei più giovani, ma abbiamo comunque dato prova di maturità”. Per il Fano Rugby, meta di Filippo Gasparini e trasformazione di Matteo Fulvi Ugolini.

Seconda sconfitta in altrettante partite per l’Under 16 del trio Ascierto, Barattini e Conti. La squadra non è riuscita ad imporsi contro i cugini, abili a premere sull’acceleratore fin dalle prime battute di gioco. Primo tempo da dimenticare, mentre la ripresa lascia ben sperare: “Il secondo tempo – ha commentato Jacopo Barattini – deve essere la base dalla quale ripartire per costruire un futuro migliore. Domenica ho fatto i complimenti ai ragazzi, hanno solo bisogno di ritrovare un po’ di morale”.

Prima vittoria stagionale invece per l’Under 14 (foto sotto) che contro Ancona domina la gara portando a casa un bel 33-5. Soddisfatto il tecnico Riccardo Sancilles: “I ragazzi hanno dimostrato di saper giocare di squadra. Giocando così potremmo dare del filo da torcere anche a Pesaro nel prossimo match”.

A chiudere il lungo week end rugbistico c’è stato il raggruppamento Mini Rugby di Ognissanti che ha visto i piccoli atleti fanesi scendere in campo al Toti Patrignani di Pesaro. Soddisfatto il responsabile di settore Roberto Ciavaglia e il tecnico dell’Under 12 Enrico Bilancioni: “Un grosso bravo a tutti, finalmente si è visto in campo il lavoro fatto nelle ultime settimane”.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 02-11-2016 alle 17:46 sul giornale del 03 novembre 2016 - 787 letture

In questo articolo si parla di sport, Fano Rugby, Asd Fano Rugby

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aC2P