San Lorenzo in Campo: banda del furgone messa in fuga dai carabinieri

3' di lettura 27/07/2016 - Banda del furgone messa in fuga dai carabinieri nelle campagne di San Lorenzo in Campo. I malviventi sono entrati in azione l’altra notte portando a segno due colpi: uno al bar tabacchi Eni Caffè sulla Pergolese, l’altro poco dopo alla ditta Cereal Cesano.

E’ stata una intesa notte di lavoro per i reparti della Compagnia Carabinieri di Fano guidata dal capitano Alfonso Falcucci. Verso le 02,40 dell'altra notte il personale delle stazioni carabinieri di San Lorenzo in Campo e di San Costanzo sono accorsi in località Miralbello, frazione del comune laurentino. Qui erano stati segnalati da parte di una guardia giurata, movimenti anomali nei pressi del Bar-Tabacchi “Eni Caffè”, situato lungo la SP Pergolese 424 al km 20,600. I carabinieri giunti sul posto hanno messo in fuga tre malviventi i quali poco prima, dopo aver forzato la porta di ingresso, si sono introdotti nel suddetto esercizio pubblico asportando circa 60 stecche di sigarette di varie marche nonché una modesta somma di denaro custodita nell’ufficio del distributore al quale sono arrivati dopo averne abbattuto il muro divisorio. Scattate le tempestive ricerche i militari, all’interno del piazzale della ditta “Cereal Cesano S.r.l.”, azienda situata a poca distanza dal bar nella quale i ladri erano entrati forzando il lucchetto del cancello, veniva rinvenuto abbandonato, con motore ancora caldo, un furgone Citroen Jumper sul quale erano state apposte targhe lituane.

All’interno dell’autocarro sono stati trovati due bidoni per la raccolta differenziata, anch’essi asportati ai danni dell’Eni Caffè, contenenti tutte le stecche di sigarette trafugate. Immediati accertamenti permettevano di appurare che il furgone, originariamente targato FB176ZC, era stato asportato in data 27 maggio 2016 a Serra Dé Conti, ai danni ditta “Fenucci S.r.l.” con sede in Serra Dé Conti, via Merli n.10 e che le stesse targhe, in data 15 luglio 2016, erano state rinvenute abbandonate ad Alfonsine nel ravennate. Sul posto è intervenuto il personale del Nucleo Operativo Carabinieri di Fano per i rilievi tecnico scientifici nonché altro personale per effettuare una battuta in zona, protrattasi fino alle prime ore dell’alba, finalizzata alle ricerche dei fuggitivi dei quali si sono perse le tracce.

Le indagini finora svolte hanno evidenziato che si tratta di una banda “itinerante” che spazia dalle province di Ancona (luogo in cui veniva rubato il furgone) alla provincia di Ravenna (luogo dove venivano rinvenute le targhe del veicolo) e la provincia di Pesaro dove la scorsa notte i malfattori hanno preso di mira sia un bar sia un azienda commerciale nella quale si erano introdotti dopo aver tranciato il lucchetto di ingresso al cancello. I carabinieri di Fano hanno già preso contatti con la polizia lituana per accertare la provenienza delle targhe rinvenute sul furgone rubato.

E’ importante verificare se il veicolo in parola è stato notato dai cittadini pure in occasione di altri furti per acquisire maggiori dettagli utili alla identificazione della banda.






Questo è un articolo pubblicato il 27-07-2016 alle 20:07 sul giornale del 28 luglio 2016 - 1046 letture

In questo articolo si parla di cronaca, furti, Jacopo Zuccari, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/azEX





logoEV