Ordinanza del Comune per il risparmio dell'acqua potabile

1' di lettura Fano 26/07/2016 - Il perdurare delle anomale condizioni meteorologiche sta determinando una situazione di disagio che potrebbe comportare difficoltà di approvvigionamento idrico.

Considerato che risulta di prioritaria importanza la tutela dell’uso dell’acqua potabile a scopo alimentare, igienico e pulizia personale è necessario contenere l’impiego di acqua potabile per usi diversi dal consumo umano. Pertanto il sindaco Massimo Seri ha adottato un'ordinanza (n.32 del 26.07.2016) che fa divieto - con decorrenza immediata e fino a tutto il 30 Settembre 2016 -a tutta la cittadinanza e su tutto il territorio comunale di prelevare e di consumare l'acqua derivata dal pubblico acquedotto per le seguenti attività:

  • l'irrigazione e annaffiatura di orti, giardini e prati;

  • il lavaggio di aree cortilizie e piazzali;

  • il lavaggio privato di veicoli a motore;

  • il riempimento di piscine, fontane ornamentali, vasche da giardino;

  • per tutti gli usi diversi da quello alimentare domestico e per l'igiene personale

In deroga al punto n.1 è consentita l'innaffiatura, nei soli giorni di lunedì e giovedì dalle h. 22.00 alle h. 24.00. Nella medesima ordinanza si invitano tutti i cittadini ad adottare utili gli accorgimenti finalizzati al risparmio di acqua, ai fini di un positivo impatto sull'ambiente nell'interesse dell'intera collettività


da Samuele Mascarin
Assessore all'Ambiente - Comune di Fano





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-07-2016 alle 14:36 sul giornale del 27 luglio 2016 - 962 letture

In questo articolo si parla di politica, samuele mascarin, sinistra unita, mascarin, fare città

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/azAW


Paolo Lucarelli

27 luglio, 07:55
Ma se a Luglio sono già caduti 70 mm di pioggia e da inizio anno circa 500 ! (Quasi quella di un intero anno ) Dove è finita l' acqua ?