Al monastero di Fonte Avellana si parla di "lussuria e castità"

1' di lettura Fano 04/05/2016 - Parole allo specchio: "lussuria e castità" giovedì 2 – domenica 5 giugno 2016 Monastero di Fonte Avellana.

Molto spesso idee, parole ed esperienze che sono state lungamente percepite come antitetiche, alternative, oppositive, risultano al contrario essere lo sviluppo armonico ed equilibrato della complessità della vita umana e ritornano così ad essere “amiche”, a delineare efficacemente la completezza dell’esperienza. In questo ciclo “Parole allo specchio” desideriamo essere degli esploratori di questa possibilità, vedendo riflessa – come in uno specchio appunto – ogni esperienza. Iniziamo con il binomio lussuria-castità: quale amore veramente compiuto ed integrato?

Gianni Giacomelli – monaco di Fonte Avellana
Matteo De Simone – psicoanalista ordinario, responsabile attività culturali A.I.Psi.
Tiziana Cera Rosco – poetessa e performer
Anouck Vecchietti Massacci – linguista, coordinatrice animazioni teatrali
Info: foresteria@fonteavellana.it - el. 0721730261 (ospitalità)








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-05-2016 alle 18:58 sul giornale del 05 maggio 2016 - 812 letture

In questo articolo si parla di politica, fonte avellana, monastero, serra sant'abbondio

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/awzy





logoEV