Ignazio Pucci è il candidato alla segreteria comunale del Partito Democratico di Fano

ignazio pucci 4' di lettura Fano 09/04/2016 - Sabato 9 aprile nella sede del Partito Democratico di Via Nolfi è stata presentata la candidatura a Segretario Comunale di Ignazio Pucci, candidatura unitaria frutto di una sintesi fatta dal Partito sul successore di Stefano Marchegiani, Segretario uscente e Vice Sindaco che il Partito ringrazia per il lavoro svolto sin qui e per gl’importanti traguardi ottenuti. Enrico Nicolelli, segretario organizzativo uscente, lascerà il ruolo operativo per quello di nuovo Presidente dell’Unione comunale.

Il segretario provinciale Giovanni Gostoli esprime soddisfazione: “A Fano per la prima volta congresso unitario, prima di tutto sulle idee e poi sulle persone. Un sentito ringraziamento per l'impegno, la passione e la serietà con la quale ha lavorato Stefano Marchegiani. Con i migliori auguri a Ignazio Pucci ed Enrico Nicolelli”

Ignazio Pucci spiega la propria mozione congressuale denominata ‘PD Protagonista’ : “Il Pd è infatti il primo partito italiano ed anche a Fano è il primo partito con 10 consiglieri su 15 di maggioranza. Vogliamo essere centrali nella vita politica cittadina ed essere da supporto e da stimolo nei confronti dell’amministrazione comunale. Per far questo abbiamo bisogno di un partito forte e ben organizzato. Vogliamo mettere in campo una classe dirigente nuova coinvolgendo tutti gli iscritti attraverso i nostri circoli”

Continua Pucci: “Oggi i social network, i blog etc sono strumenti importanti per alimentare le discussioni politiche ma siamo convinti che la forma partito non sia sostituibile. Non c’è nessuno strumento mediatico che può sostituire il dibattito e il confronto diretto tra le persone che porti ad una sintesi condivisa e ragionataL’Unione comunale sarà composta da 65 membri con una percentuale di donne pari al 40%. Sono compresi membri dei circoli ma anche espressione delle associazioni, professionisti e rappresentanti dei vari settori del tessuto sociale cittadino. Vogliamo mettere in campo una politica riformatrice forte che porti innovazione e che valorizzi ciò che c’è di buono.”

I principali temi che saranno oggetto di discussione nel congresso:

Sanità> Sostegno pieno al progetto di riforma sanitaria messo in campo dal Presidente Ceriscioli con la realizzazione del nuovo ospedale di Marche Nord.

Scuola> Analizzare e rivedere tutta l’offerta formativa dagli asili nido all’Università con un’attenzione particolare alla dispersione scolastica giovanile.

Viabilità> Discutere su come cambierà Fano dopo la conclusione dell’interquartieri, delle opere accessorie alla terza corsia e la Fano – Grosseto.

Più coraggio nel mettere in campo idee sulla mobilità alternativa e sostenibile

PRG > rileggere Fano alla luce della crisi edilizia degli ultimi anni ripensando ad un modello di città sostenibile.

Servizi Pubblici locali> Urgenza fusione ASET e discussione sul sistema delle società di servizi nell’ambito provinciale e regionale.

Riforme Istituzionali> Ruolo di Fano nella vallata del Metauro e del Cesano nei prossimi anni alla luce del superamento delle Province e dei progetti di Unioni e fusioni di Comuni

Enrico Nicolelli pone l'attenzione sul fatto che partito e amministratori dovranno procedere di pari passo e sull'importante risultato di aver tenuto unito il partito in un momento impegnativo dal punto di vista degli attacchi che ci arrivano quotidianamente su molti temi, uno fra tutti la sanità.

Conclude il Segretario provinciale Gostoli: “Il Pd vuole essere protagonista dentro, ma anche fuori le mura di Fano. È un congresso di orgoglio perché siamo la prima forza del buon governo della città. Sentiamo tutta la responsabilità di vivere con coraggio le sfide del cambiamento per migliorare la vita delle comunità. Per questo vogliamo rigenerare il Pd e dare un contributo ancora più forte al governo della città insieme alla squadra degli amministratori (dieci consiglieri, presidente del consiglio comunale e quattro assessori). Siamo una comunità straordinaria, aperta e accogliente. Un partito leale, non fedele, che elabora proposte e punti di vista con autonomia, perché non siamo un fan club. Da oggi si guarda avanti. Innovativo nella forma partito per avere cuore la sostanza delle cose. Rigenerare i circoli, far crescere il rinnovamento, più radicamento nella città.”

In merito alla sanità Gostoli: “Per il Pd è fondamentale fare il nuovo ospedale Marche Nord. Non si può fare una buona sanità e migliorare i servizi ai cittadini su tre strutture. Dobbiamo mettere anche i professionisti, medici e infermieri, nelle condizioni di lavorare bene. Una struttura di qualità a Marche Nord e potenziare l'Ospedale di Urbino. Pieno sostegno anche alla riforma che prevede anche la riconversione, non la chiusura, dei piccoli ospedali in ospedali comunità per una rete diffusa di servizi ai territori” sul luogo del nuovo ospedale afferma: "a chi pensa di avere la bacchetta magica come Harry Potter noi diciamo che bisogna valutare i progetti nel merito insieme ai sindaci della provincia, perché l'ubicazione del nuovo ospedale deve tenere in considerazione l'intero sistema sanitario provinciale".






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-04-2016 alle 19:16 sul giornale del 10 aprile 2016 - 1191 letture

In questo articolo si parla di fano, politica, pd, Pd Fano, ignazio pucci

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/avIb





logoEV