Arte e sicurezza: il regalo di Sergio Carboni ai Carabinieri di Fano

1' di lettura Fano 03/03/2016 - Il noto artista Sergio Carboni ha realizzato un acquerello donato all'Arma. Presenti alla cerimonia l'assessore Cristian Fanesi, il Capitano Alfonso Falcucci, il Luogotenente Antonino Barrasso e il Tenente Colonnello Marco Filoni, Comandante provinciale.

Due carabinieri in uniforme storica che, al centro di Piazza XX Settembre, osservano il Teatro della Fortuna. Il legame affettivo tra Carboni e l'Arma, fra arte e sicurezza, pittura e storia italiana, si consolida ancora di più con quest'opera pittorica che il maestro ha donato alla Compagnia di Fano.

La tela è stata svelata di fronte a un nutrito gruppo di militari in congedo e rappresentati dal Colonnello Giangreco, già legato alla città da numerosi anni di onorato servizio presso la vecchia sede. "Il disegno e la pittura sono due linguaggi universali - spiega Carboni con poche, semplici parole -, e ovunque mi trovi riesco a esprimere al meglio il mio stato d'animo attraverso i colori". Il maestro, come ricorda l'assessore Fanesi, è anche autore dello stemma che si trova nella residenza civica nonché di un ritratto di Papa Wojtyla, donato all'ambasciata degli Stati Uniti a Roma, e di Fidel Castro, dato in regalo allo stesso politico cubano per i suoi 80 anni. Ai figli di Carboni, anch'essi iscritti all'Associazione Nazionale dei Carabinieri, si deve invece una stampa gigante (4x3 metri) installata nella sala delle conferenze.








Questo è un articolo pubblicato il 03-03-2016 alle 16:16 sul giornale del 04 marzo 2016 - 887 letture

In questo articolo si parla di attualità, fano, carabinieri, Francesco Gambini, sergio carboni

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aupD