Perdite d'acqua e bollette, i 5 Stelle: "Si sfrutti meglio la telelettura"

Movimento 5 stelle Fano 3' di lettura Fano 28/01/2016 - Ci stupisce abbastanza che –a seguito dei due recenti casi di “maxi bollette”, ma soprattutto di “maxi perdite” dell’acqua- non ci sia ancora stato un intervento politico –dell’assessore competente, cioè il Sindaco- volto a chiarire e soprattutto sistemare le cose. ASET S.p.A. , è bene ricordarlo, è una società in House di proprietà per oltre il 97% del Comune di Fano, che quindi ha il diritto e il dovere di dettarne la strategia.

Riteniamo molto grave quanto già emerso, e cioè che di fronte alle anomalie, ASET si sia limitata a inviare lettere “di circostanza”, procedendo in ogni caso alla fatturazione e non assicurandosi che fossero anzitutto limitate le perdite.
E’ altrettanto grave che questo sia avvenuto nonostante la presenza di un sistema di telelettura. Questi sistemi hanno –se ben progettati, mantenuti ed usati- un potenziale informativo elevatissimo e potrebbero garantire sicuramente –se il gestore lo volesse- il rilevamento di perdite anche a valle del contatore, come in questi casi.
Il non averlo fatto, produce continuamente un doppio danno: economico sicuramente ai cittadini interessati direttamente (che nella maggior parte dei casi sono ignari della perdita “occulta” fino all’arrivo della bolletta), ma soprattutto ambientale, costituendo uno spreco (che si sarebbe potuto evitare) della preziosissima risorsa acqua. Riteniamo che sia dovere di un gestore completamente pubblico mettere al primo posto la tutela della risorsa e dei diritti dei cittadini e l’efficienza –anche economica- del servizio per gli stessi.
Anche noi ci chiediamo quindi se dietro a quello che già si prefigura quanto meno come un “uso volutamente ridotto” delle potenzialità di questo sistema non ci sia una chiara volontà di guadagnare dalle perdite d’acqua. Ricordiamo che i famosi “utili di ASET” vengono di prassi usati solo in piccola parte per investimenti, e principalmente dedicati a chiudere il Bilancio del Comune di Fano, che quindi usa ASET come un bancomat, invece di migliorarne i servizi.
Sicuramente si rileva una disattenzione di ASET –e quindi se non interviene anche della sua proprietà-sull’argomento “spreco di acqua”, come anche un “sottoutilizzo costante del sistema di telelettura”. Inutile parlare di Smart City e Smart Building, se questa amministrazione non riesce a far fruttare – in termini di servizio al cittadino- nemmeno i sistemi che già ha e ancor prima non applica principi di Smart Government
Protocolleremo un accesso agli atti per raccogliere un maggior numero di elementi sul sistema di telelettura, e capire bene quale sia la situazione: il sistema è semplicemente sotto-utilizzato o volutamente non vengono fatte le segnalazioni?
Riteniamo doveroso che il Sindaco, che è anche l’assessore alle partecipate, prenda voce e chiarisca perché –nella migliore delle ipotesi- il sistema è sottoutilizzato e quale è la linea politica che ASET deve tenere su questo aspetto.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-01-2016 alle 15:19 sul giornale del 29 gennaio 2016 - 475 letture

In questo articolo si parla di politica, MoVimento 5 Stelle Fano, m5s fano, 5 stelle fano

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/as3a