Sanità, Seri: "Prima si rendano funzionali gli ospedali esistenti poi parleremo di struttura unica"

Massimo Seri e la giunta di Fano Fano 20/01/2016 - Dopo l'aut aut di Ricci, Massimo Seri conferma le sue vedute sul futuro della sanità provinciale e attacca duramente i gruppi di opposizione che lo hanno accusato di "aver ingannato la città".

E' un Massimo Seri palesemente infervorato, a tratti adirato, quello che si presenta mercoledì mattina in conferenza stampa: le opposizioni politiche lo hanno tacciato di "ingannare" gli elettori e di essere "stato ingannato" dalla coalizione di cui fa parte nel grande "affare" della sanità.

Oggetto della discordia, in questo caso, le due opzioni proposte da Matteo Ricci dopo il Consiglio Comunale di Fano cui ha partecipato il Presidente della Regione: ospedale unico a Muraglia con struttura privata convenzionata da 90 posti letto a Fano, oppure ospedale unico a Fosso Sejore con struttura privata a Muraglia. Spunta, quindi, una "struttura privata e convenziata" con possibile ubicazione nel Santa Croce. Seri risponde: "Ogni sindaco esprime ciò che è meglio per il suo territorio ma sulla sanità Ricci ha posizioni diverse dalle mie perché sono io dell'idea che dovremmo aumentare i posti letto nelle strutture pubbliche e riorganizzare alcuni reparti, come ortopedia e cardiologia, per fermare l'emorragia della mobilità passiva ".

I vertici del Pd giustificherebbero tale struttura da 90 posti letto inserendola in una politica sanitaria tesa a disgregare l'accentramento anconetano promosso dall'ex governatore Spacca: per diminuire i costi della mobilità passiva che gravano sulle casse regionali (molti pesaresi ogni anno si curano in Romagna), occorre creare delle eccellenze dislocate su tutto il territorio marchigiano e la figura di Ceriscioli servirebbe proprio a questo scopo

Ma Seri cita lo stesso Ceriscioli, il quale aveva parlato di ospedale unico a Fosso Sejore due giorni fa: "Ci sono elementi validi per la sua realizzazione ed è strategico non soltanto per una città ma per l'intera provincia".

"Tuttavia non parlerò di nuovi ospedali finché non funzioneranno bene quelli già esistenti" chiosa il sindaco fanese, che anche in questa occasione conferma il suo progetto di ospedale unico a Chiaruccia di Fano, "oggettivamente il luogo più strategico e raggiungibile in poco tempo da tutte le vallate della provincia", con struttura convenzionata a Muraglia, già sede di un importante polo tecnologico".






Questo è un articolo pubblicato il 20-01-2016 alle 12:54 sul giornale del 21 gennaio 2016 - 497 letture

In questo articolo si parla di fano, politica, pesaro, fosso sejore, muraglia, ospedale unico, Francesco Gambini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/asH4