Riordino Sanità, Comitato a Difesa dei Diritti: "Segnale importante dalla conferenza dei sindaci"

1' di lettura Fano 10/01/2016 - Il Comitato a Difesa dei Diritti esprime la propria soddisfazione a seguito di ciò che è avvenuto nella conferenza dei Sindaci di sabato 09 Gennaio 2016.

Per la prima volta infatti, da quando è iniziata la presunta "riforma" sanitaria da parte della Regione Marche, ben 55 Sindaci della nostra provincia hanno rispedito al mittente in maniera inequivocabile tale assurdo piano sanitario, chiedendo espressamente in un documento votato all'unanimità la revoca immediata delle determine ASUR che hanno generato il caos e i disastri di fine anno negli ospedali di Fossombrone, Cagli e Sassocorvaro e mandato in tilt quelli più grandi.

Il segnale di unità dimostrato dai Sindaci durante tale conferenza deve stimolare tutti quanti a cercare ancora di più la totale unità dell'entroterra e dei cittadini e proprio perché solo così riusciremo a tutelare il nostro diritto alla salute invitiamo tutti quanti a partecipare all'incontro pubblico che terremo venerdì 15 Gennaio p.v. presso la grotta di Sant'Agostino dal titolo "Ricostruiamo l'unità dell'entroterra per riavere i nostri ospedali".








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-01-2016 alle 23:30 sul giornale del 11 gennaio 2016 - 359 letture

In questo articolo si parla di attualità, cagli, sassocorvaro, fossombrone, area vasta 1, riordino sanità, Comitato a Difesa dei Diritti, conferenza dei sindaci di area vasta 1

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/asmZ