M5S Mondolfo-Marotta per il passaggio a livello, piove ancora sul bagnato

sottopasso togliatti marotta allagato 12/02/2015 - Il M5S Mondolfo-Marotta non poteva mancare il 5 Febbraio alla riunione dei cittadini con l’Amministrazione Comunale di Mondolfo, presente tutta la giunta, presso la Croce Rossa di Marotta, occasione di democrazia partecipata, a cui erano presenti quasi duecento persone.

M5S ha portato la voce di tante persone che chiedono di rivedere il progetto e opere compensative per la chiusura del passaggio a livello di Marotta; durante l’intervento dei 'grillini' ed altre associazioni, è stata subito messa in evidenza la diffusa disinformazione sull’argomento durante gli ultimi 12 mesi che ancora dilaga fra la gente comune, molte persone a Marotta e Mondolfo neanche conoscono cosa succederà dopo la chiusura di una via di comunicazione monte-mare così praticata da tutti.   

Come in altre circostanze, è stata posta l’attenzione su alcuni punti: per la scelta dello scivolo invece che i gradini nel sottopasso del passaggio a livello, per la soppressione delle rampe, e contro l’eliminazione dell’unico passo carrabile a raso di via Ugo Foscolo in una zona ad alto pericolo di esondazione.  Gli interventi e proposte sono accentrate verso una pressante richiesta dei cittadini per una generale modifica del progetto e su altre criticità riguardanti il possibile peggioramento della viabilità per l’eliminazione di un passaggio monte-mare.

Naturalmente il tutto è stato preceduto da una lunga descrizione dell’Amministrazione sull’attuale situazione del progetto ed è stato dichiarato che l’iter procedurale è arrivato ad un nodo cruciale in quanto, fra solo 40 giorni, dovrà comunque concludersi, pena il decadimento del progetto stesso ed il rischio della perdita del relativo finanziamento delle Ferrovie dello Stato.

Dopo un intervento del consigliere T. De Angelis a favore della modifica dello scivolo invece che dei gradini nel sottopasso e, soprattutto, solo dopo un 'accorato appello' del Presidente del Consiglio Regionale V. Solazzi a dare spazio ed ascolto ai tanti giovani cittadini intervenuti e per richiedere alle Ferrovie dello Stato uno slittamento di qualche mese per una revisione generale del progetto, l’Amministrazione Comunale, pur mantenendo la ferma posizione di non perdere l’occasione del finanziamento, ha annunciato la disponibilità ad un successivo incontro di approfondimento, a breve, per verificare i dati tecnici delle varie richieste ricevute durante l’assemblea.

Dopo i gravi disagi verificatisi in seguito agli allagamenti del 6 Febbraio a Marotta, in città  e nei sottopassi, è aumentata la forte resistenza dimostrata dalla cittadinanza sull’attuale progetto promosso dall'Amministrazione Comunale ed è maturata la convinzione generale che sia necessaria una nuova progettazione con le Ferrovie dello Stato che preveda un cavalcavia, unica infrastruttura per garantire il collegamento monte mare in caso di emergenza e per coniugare il futuro sviluppo delle strutture turistico ricettive del territorio.

Il M5S comunque continuerà nella raccolta delle firme per il miglioramento del progetto presso i mercati rionali di Marotta del mercoledì e venerdì, sperando nel bel tempo, anche perché  piove ancora sul bagnato!


da Movimento 5 Stelle MarottaMondolfo




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-02-2015 alle 08:39 sul giornale del 13 febbraio 2015 - 743 letture

In questo articolo si parla di politica, marotta, alluvione, pioggia, M5S, 5 stelle marottamondolfo, alluvione marotta

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/afh8


Grillo Sparlante

13 febbraio, 08:07
Peccato però che il Movimento 5 Stelle si sia dimenticato di dire che l'assemblea con la partecipazione della Giunta di Mondolfo era stata indetta da altra associazione.