Marotta: la protesta delle associazioni e dei cittadini

sottopasso rane marotta allagato 1' di lettura Fano 11/02/2015 - Marotta è stata nuovamente divisa dal recente allagamento, nonostante questa dimostrazione di forza della natura e le tante proteste dei cittadini, delle associazioni e di personaggi noti, il sindaco e tutta la Giunta Comunale continuano imperterriti nella loro assurda convinzione che questo progetto sarà un’ opportunità per Marotta.

L’insieme di tali opere include trasformazioni esplicite e latenti che porteranno a modificare sensibilmente l’assetto urbano di due siti privilegiati del lungomare, sotto il profilo storico e turistico, creando un grave danno all’intera comunità.

E’ inutile sottolineare che Marotta deve conservare almeno 2 passaggi sicuri al mare non allagabili (a raso e sopraelevate) e non comprendiamo i motivi della ferrea opposizione da parte dell’Amministrazione alla realizzazione di un cavalcavia a Sud delle Vele.

Tecnicamente il progetto è fattibile, e non risulta che ci siano vincoli di alcun genere in quella zona (concessioni edilizie od altro). Se ci fossero altri vincoli ci farebbe piacere che il Sindaco e la Maggioranza tutta lo dichiarasse pubblicamente, è un nostro diritto essere informati.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-02-2015 alle 19:25 sul giornale del 12 febbraio 2015 - 484 letture

In questo articolo si parla di marotta, alluvione, pioggia, passaggio a livello marotta, comitato attraverso marotta, alluvione marotta

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/afhj





logoEV