Cinema Politeama: 'Qui' con il regista Daniele Gaglianone presente in sala

QUI 3' di lettura Fano 11/02/2015 - Giovedì 12 febbraio appuntamento da non perdere al Cinema Politeama di Fano per la serata d'apertura della rassegna Cinefanum. Il regista anconetano Daniele Gaglianone, autore tra gli altri di 'Ruggine' e 'La mia classe', sarà infatti presente alla proiezione del suo ultimo lavoro 'Qui', il documentario che racconta i motivi dell'opposizione alla Tav Torino-Lione di dieci valsusini.

I dieci abitanti della Val Susa offrono alla macchina da presa le loro storie, a vario titolo intrecciate con il movimento NO TAV. Gabriella Tittonel fa parte del gruppo 'Cattolici per la vita della valle', e nelle sue camminate controlla il cantiere di Chiomonte, sabota le recinzioni, prega e interagisce con le forze dell'ordine preposte a vigilare. Aurelio Loprevite, speaker di Radio Blackout di Torino, rivive gli scontri del 27 febbraio 2012 in cui Luca Abbà cadde dal traliccio su cui si era arrampicato e la popolazione ridusse in fuga la polizia. Nilo Durbiano rievoca il tesissimo momento del 2005 in cui Venaus era sotto assedio militare mentre lui ne era sindaco. Cinzia Dalle Pezze ricorda lo sgombero violento con gas cancerogeni della 'libera Repubblica della Maddalena', il 27 giugno 2011. Alessandro Lupi, ex carabiniere colpito, da civile, da razzi lacrimogeni, confessa la sua difficoltà nello spiegare al figlio cosa sia la legalità. Guido Fissore, ex consigliere comunale di Villarfocchiardo, arrestato per i disordini dell'estate 2011 (accuse poi cadute), spiega i perché della sua 'resistenza'. Marisa Meyer racconta il gesto pacifico e beffardo di ammanettarsi alle griglie del cantiere di Chiomonte nell'aprile 2012. Luca Perino, il figlio Francesco e la moglie Paola Jacob rivelano come abbiano appreso che la loro abitazione sarebbe stata cancellata dal progetto dell'alta velocità. Un racconto in soggettiva di alcuni cittadini che da 25 anni si oppongono alla realizzazione del progetto.

Nato nel 1966 ad Ancona, Daniele Gaglianone vive a Torino dall'età di sei anni. Tra il 1989 e il 2000 gira vari cortometraggi di fiction e documentari, ricevendo diversi premi con il lungometraggio 'I nostri anni' tra cui il Premio Arca Cinema Giovani come miglior film italiano a Venezia, il Premio Lino Miccichè del CSC, e un 'Tiger Award' al Festival Internazionale del Film di Rotterdam.

Nel 2008 dirige il documentario Rata nece biti, (La guerra non ci sarà), presentato al 61º Festival del Film di Locarno e vincitore del Premio Speciale della Giuria al 26° Torino Film Festival. Nel 2009 il film vince anche il David di Donatello per il miglior documentario di lungometraggio. Nel 2011 esce 'Ruggine' tratto dall'omonimo romanzo di Stefano Massaron in cui recitano, tra gli altri, Filippo Timi, Stefano Accorsi, Valerio Mastandrea e Valeria Solarino. Nel 2013 esce 'La mia classe', con Valerio Mastandrea.

Daniele Gaglianone ha svolto e svolge attività di docenza universitaria presso il corso di laurea Ingegneria del cinema e dei mezzi di comunicazione del Politecnico di Torino.

L'inizio della proiezione è fissato per le ore 21:15. Al termine della stessa ci sarà un dibattito in sala, con il regista che risponderà alle domande del pubblico presente.

www.cinemafano.it

Facebook: cinema fano








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-02-2015 alle 09:37 sul giornale del 12 febbraio 2015 - 496 letture

In questo articolo si parla di spettacoli, cineforum, daniele Gaglianone, Politeama, qui

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/afeZ