Marotta: danni maltempo, intervengono Carloni e Diotallevi

Marotta mareggiata 6 febbraio 2' di lettura Fano 07/02/2015 - Gli allagamenti di questi giorni che hanno interessato tutti i sottopassi carrabili dimostrano che le opere compensative relative alla chiusura del passaggio a livello dovrebbero essere riviste

La continua pioggia di venerdì 6 febbraio ha causato ingenti danni, coinvolgendo tutto il lungomare di Marotta, e i sottopassaggi. I disagi alla viabilità potrebbero essere contenuti, prevedendo 'La realizzazione di una sopraelevata- sostiene il Consigliere Comunale Carlo Diotallevi- oppure lasciando aperto al traffico veicolare il sottopasso di via U.Foscolo (l'unico fuori terra), realizzando il nuovo sottopasso in un altra posizione'. Queste alternative saranno discusse e messe in votazione nel prossimo consiglio comunale, convocato d'urgenza. Le richieste saranno elaborate in collaborazione con l associazione 'Attraverso Marotta'.

'L’Amministrazione- dice il Vice Sindaco Carloni- da questa mattina, si è attivata con uomini e mezzi del Comune per intervenire e liberare le strada del lungomare da tronchi, rami, ghiaia, sabbia, fango, cabine e tutto quanto si trovava sulla spiaggia, non ultimo un moscone che la forte mareggiata ha trasportato sull’asfalto'.
La situazione alla vista dei passanti è stata Impressionante perfino sul Viale Carducci ci sono i detriti scaricati dalla furia delle acque.
Fino a tarda sera l’ufficio tecnico con le forze di polizia locale hanno coordinato i lavori sul posta coinvolgendo anche una squadra di vigili del fuoco per garantire la viabilità su tutto il lungomare e riaperto i sottopassi. La situazione è stata aggravata dall’innalzamento del livello del mare che con la forte mareggiata a chiuso tutti i fossi di scolo verso mare creando un tappo al deflusso delle acque da monte.

Danni ingenti a molte strutture turistiche, scantinati allagati, alberghi allagati, sottopassi chiusi e strutture pubbliche danneggiate, con danni importanti anche sulle scuole e sulle strade interne e di campagna con frane e smottamenti su tutto il territorio comunale.

Purtroppo la stagione estiva è quasi alle porte, e l'augurio è che la Regione possa farsi carico dei grandi problemi che si sono creati, prendendo in seria considerazione la protezione della costa con scogliere che gli operatori turistici e l’amministrazione di Mondolfo da tempo rivendicano.






Questo è un articolo pubblicato il 07-02-2015 alle 10:49 sul giornale del 09 febbraio 2015 - 1760 letture

In questo articolo si parla di cronaca, attualità, marotta, alluvione, pioggia, disagi, lungomare marotta, articolo, Angela Fandra, alluvione marotta

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ae4T





logoEV