Profughi a Fano, Seri e Bargnesi: 'Aiutare i ragazzi. Sì ai lavori socialmente utili'

2' di lettura Fano 16/01/2015 - Si terrà a breve l'incontro tra il Sindaco di Fano Massimo Seri e il nuovo Prefetto della Provincia di Pesaro-Urbino Luigi Pizzi.

Al centro dell'incontro sicuramente il tema sicurezza, così in auge nell'ultimo periodo a causa della rapina alla Bcc di Bellocchi di ieri, giovedì 15 gennaio, e dell'arrivo dei profughi all'Hotel Plaza del Lido.

"La questione dell'ordine pubblico -spiega il Primo Cittadino- va condiviso con tutte le forze provinciali in campo: non possiamo farcela da soli, soprattutto in questo periodo così complicato, altrimenti si rischia di fare scelte errate a spese di tutto il territorio." Scelta errata non tanto per quanto riguarda l'accoglienza dei profughi ma per la location individuata "in quanto zona già teatro di episodi negativi in città". A tal proposito Seri definisce i proclami dell'opposizione (Aguzzi e Del Vecchio in primis) fuori luogo e altresì ammette di aver apprezzato le parole di Giancarlo D'Anna, "analisi lucida e intelligente di quanto sta accadendo".

Il consigliere di opposizione D'Anna ha infatti parlato di un coinvolgimento dei profughi nella cura della città e sulla stessa lunghezza d'onda è intervenuta l'assessore ai Servizi Sociali Marina Bargnesi: "Come già richiestoci dalla Prefettura abbiamo deciso di inserire i ragazzi in un programma di lavori socialmente utili, in collaborazione con l'associazionismo cittadino che si adopererà anche per organizzare il loro tempo libero anche per instaurare coi fanesi un clima di distensione."

"Dobbiamo ricordare a tutti -continua la Bargnesi- che i ragazzi sono in fuga da paesi (dalla Libia alla Turchia) che vivono periodi di guerriglia, ma tengo soprattutto a sottolineare che se ne andranno da Fano alla fine di Marzo. Sono tutti in perfetta salute ma ovviamente vivono un stato di grave malessere psicologico." Conclude l'assessore: "Il problema non si risolve con la loro esclusione/espulsione sociale. Come Comune dobbiamo fare la nostra parte come la stanno facendo altre località italiane e per questo è inutile che alcuni esponenti politici inneschino bombe solamente per creare allarmismo in città, senza fornire invece le vere informazioni sulla situazione che stiamo vivendo."






Questo è un articolo pubblicato il 16-01-2015 alle 16:07 sul giornale del 17 gennaio 2015 - 1397 letture

In questo articolo si parla di attualità, fano, sicurezza, prefettura, profughi, massimo seri, pesaro urbino, news, Laura Congiu, notizie fano, ultim'ora, articolo, hotel plaza, marina bargnesi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ad6Q





logoEV