Mondolfo insieme a Serra de' Conti il comune marchigiano più virtuoso per la differenziata

Rifiuti raccolta differenziata 3' di lettura 10/07/2014 - Consegnati mercoledì a Roma i premi dei “Comuni Ricicloni”, il concorso di Legambiente giunto alla XXI edizione, patrocinato dal Ministero dell’Ambiente, che premia le comunità locali, gli amministratori e i cittadini che hanno ottenuto i migliori risultati nella raccolta e gestione dei rifiuti.

Grande risultato per la Regione Marche, segnalata per una performance media veramente significativa che ha permesso alla regione di piazzarsi al quarto posto assoluto nella classifica nazionale della raccolta pro-capite. Cresce, infatti, il numero dei comuni marchigiani virtuosi nella gestione dei rifiuti che aumenta solo nell'ultimo anno del 15%.

L’ottimo risultato è stato raggiunto attraverso l’applicazione in maniera intelligente della legge nazionale, prevedendo un tributo di 20 €/tonnellata per i rifiuti urbani che finiscono in discarica, importo che viene modulato in base alle performance di raccolta differenziata raggiunte dai Comuni. Premi e penalità che i comuni sono invitati (applicando tariffe differenziate in funzione dei rifiuti prodotti da ciascuna famiglia) a trasferire ai cittadini, riducendo drasticamente le tariffe da pagare ai più virtuosi.

Mondolfo e Serra De’ Conti sono le reginette marchigiane che hanno ricevuto il riconoscimento mercoledì mattina. Mondolfo, che si è distinto per le sue qualità ambientali, è stato premiato per aver registrato un valore della raccolta differenziata pro-capite (75%) nettamente superiore alla media regionale. Serra de' Conti ha istituito un modello quasi sartoriale della raccolta dei rifiuti che partendo dal sistema di riduzione della frazione secca residua, ha attribuito ad ogni utenza il numero degli svuotamenti del bidone grigio dotato di apposito chip. Ma la tentazione di buttare altrove i propri rifiuti diventa alta e per frenare questo tipo di comportamento viene valutato il numero degli svuotamenti. Ancora più particolare è il sistema di conferimento adottato per la raccolta differenziata: i cittadini la portano all’isola ecologica e qui per alcuni materiali c’è una pesata da parte dell’operatore, sulla base della quale vengono attribuiti dei punteggi che possono portare ad una riduzione sulla tassa fino a 50 euro. Un sistema davvero efficiente e innovativo che non manca di dare ottimi risultati anche in termini di soddisfazione dei cittadini.

Un plauso ai due comuni premiati - dichiarano Luigino Quarchioni e Francesca Pulcini, rispettivamente presidente e vicepresidente di Legambiente Marche – ma anche a tutta la Regione che solo nell'ultimo anno ha visto una crescita del 15% dei comuni virtuosi nella gestione dei rifiuti. Una Regione che continua a maturare in questo settore ed è per questo che i prossimi obiettivi che il territorio deve darsi sono la riduzione della produzione dei rifiuti attraversol'introduzione di distributori per lo spinaggio dei prodotti, l'installazione di fontanelle per l'acqua del sindaco e la diffusione dei pannolini lavabili solo per fare alcuni esempi, ma anche il miglioramento della qualità della raccolta differenziata e il passaggio da tassa a tariffa che permetterebbe di premiare i cittadini più bravi e virtuosi nella gestione dei rifiuti e stimolare gli altri.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-07-2014 alle 00:46 sul giornale del 10 luglio 2014 - 556 letture

In questo articolo si parla di politica, legambiente, legambiente marche

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/62W