Omaggio a Gian Carlo Bojani al Teatro della Fortuna

Omaggio a Gian Carlo Bojani 2' di lettura Fano 10/03/2014 - Mercoledì 12 marzo, alle ore 17,00, nella Sala Verdi del Teatro della Fortuna di Fano, il Circolo Culturale A. Bianchini in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Fano dedica un 'Omaggio a Gian Carlo Bojani'. Conduce l’incontro Rodolfo Battistini, storico dell'arte.

Interventi di saluto:
Maria Assunta Ferri Maiorano - Presidente del Circolo Culturale A. Bianchini
Maria Antonia Cucuzza - Assessore alla Cultura e Turismo del Comune di Fano
Alberto Berardi - Vicepresidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Fano

Il grande studioso, poco meno di un anno fa, il 17 maggio 2013, si spegneva nella città adriatica, dove era nato il 2 agosto 1938, lasciando a testimonianza delle sue qualità oltre cinquecento scritti, esemplari per il rigore scientifico e la chiarezza, oltre a numerosissimi contributi su riviste e periodici. Questi testi, insieme alle mostre e agli incontri che Gian Carlo Bojani ha promosso e organizzato, hanno contribuito in modo determinante a restituire piena dignità al genere artistico sul quale si è concentrata la sua ricerca, l’arte ceramica, dimostrando quanto fosse riduttiva la classificazione come arte minore – espressione per fortuna non più usata – applicata a tale genere. Il nome di Gian Carlo Bojani è anche legato alla storia della Museo Internazionale delle Ceramiche di Faenza, dove svolse la funzione di Conservatore dal 1974 al 1979, per diventarne Direttore fino al 2001. Fra il 1994 e il 1997 ha condotto un radicale intervento di ristrutturazione del Museo, con gli architetti Rita Rava e Claudio Piersanti. Dal 2001 al 2006 è stato Direttore Scientifico dei Musei Civici di Pesaro. Ha ricevuto incarichi di docenza presso le Università di Padova, Urbino e Ferrara.

A ricordare quanto il suo esempio abbia contribuito ad incoraggiare gli studi sulla ceramica saranno due specialiste del settore, apprezzate a livello internazionale, Gabriella Gherardi e Carola Fiocco, mentre Giacomo Cesaretti e Chiara Guarnieri ci faranno comprendere quanto la ceramica sia rivelatrice della storia di un territorio, riferendo i risultati di scavi a Ferrara, città che ha accolto con grande partecipazione i suoi ultimi anni di insegnamento universitario. La qualità innovativa del progetto per il nuovo Museo Internazionale delle Ceramiche di Faenza sarà illustrata dagli architetti che lo hanno ideato: Claudio Piersanti e Rita Rava e, infine, lo scultore Guido Mariani e l’educatrice Silvana Vitali offriranno la testimonianza di come Gian Carlo Bojani sia stato vicinissimo agli svolgimenti dell’arte contemporanea e profondamente coinvolto nella diffusione delle conoscenze presso le più giovani generazioni.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-03-2014 alle 09:38 sul giornale del 11 marzo 2014 - 425 letture

In questo articolo si parla di cultura, fano, teatro della fortuna, circolo bianchini, omaggio, gian carlo bojani, mercoledì 12 marzo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ZFH





logoEV