Mondolfo: si inaugura la nuova ludoteca 'Giocolandia'

corrado paolinelli mondolfo 3' di lettura 29/01/2014 - Giovedì 30 Gennaio è prevista l’inaugurazione dei nuovi spazi della ludoteca comunale di Mondolfo denominata “Giocolandia“.

I nuovi locali sono situati a Mondolfo, in Via E. Fermi n°11 (dietro le Scuole Medie di Mondolfo). Il taglio del nastro con le autorità e una delegazione di bambini è previsto per le ore 11,00, mentre nel pomeriggio alle ore 16,00 il maestro Valentino Menghi terrà un laboratorio d’arte contemporanea con i bambini. Infine sabato e domenica apertura straordinaria dalle 16.00 alle 19.00. A partire dalla settimana seguente l’apertura avverrà il martedì e il giovedì dalle 16,00 alle 19,00.

Ma cos’è in concreto “Giocolandia” ? “Sono 80 metri quadrati dedicati al gioco sotto tutte le sue forme” ci spiega l’Assessore Corrado Paolinelli “più di 150 giochi da tavolo, 15 tipi di costruzioni diverse, teatrino con burattini, animali reali e fantastici, soldatini medioevali dipinti a mano, indiani e cow-boy, castelli, case delle bambole, giochi di simulazione ed anche uno spazio morbido per i bambini fino a 5 anni con una divertentissima piscina con le palline. A questo si aggiunga un biliardo e un calciobalilla, nonchè il materiale per realizzare qualsiasi tipo di laboratorio spaziando dalla semplice manipolazione alla cucina vera e propria. Tutto questo è Giocolandia vale a dire tutto ciò che un bambino può desiderare, anzi ancora meglio, perché non si deve dimenticare che tutti i giochi che sono dentro questo spazio hanno superato il check-up di assoluta qualità: sono giochi che educano la creatività, la libertà, il rispetto delle regole, l’indipendenza“.

“Tuttavia non si creda che il gioco sia un’esclusiva dei bambini e dei loro genitori” continua la responsabile della ludoteca Tricia Caselli “se il gioco è lo strumento fondamentale per crescere e apprendere di un bambino, il giocare rimane un’istanza prioritaria per l’uomo di tutte le età specialmente in una modernità dove tutto sembra essere così tremendamente serio o fastidiosamente banale. Una ludoteca nasce con lo scopo di rimettere al centro di un paese il gioco non solo come passatempo per bimbi curiosi, ma come istanza culturale da cui l’uomo non può prescindere. Una ludoteca non è un posto dove si lasciano i bimbi, mentre si è occupati a fare cose “serie”, non è un baby parking dove “acquistare “ un’ora di tranquillità: la ludoteca è il luogo dove la famiglia gioca, dove giocano i bambini che chiaramente sono i maggiori fruitori della struttura, ma giocano anche i giovani, giocano gli adulti e i nonni. La ludoteca rimette al centro di un paese il bisogno di ritrovare la parte bambina di ognuno di noi, come afferma Neruda: “Il bambino che non gioca non è un bambino, ma l’adulto che non gioca ha perso per sempre il bambino che era dentro di se.”

“Un’amministrazione che investe in una ludoteca“ conclude l’Assessore Paolinelli “mette in chiara evidenza, nel suo programma di governo, la necessità che la comunità ritrovi i segni dei sogni perduti nelle preoccupazioni dei giorni, delle ore e dei minuti che scorrono sempre troppo veloci. Si esprime quindi con forza la volontà di scrivere e realizzare programmi politici che profumino di novità, in cui si privilegia il ritrovare il tempo perso, quello che non troviamo, quello da passare con i nostri figli, magari giocando. Vi aspettiamo“ .






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-01-2014 alle 12:53 sul giornale del 30 gennaio 2014 - 1296 letture

In questo articolo si parla di cultura, mondolfo, ludoteca, giocolandia, corrado paolinelli, Biblioteca Comunale di Mondolfo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/XH6