San Costanzo: nessuna Mini-Imu nel Comune

Mini IMU 2' di lettura 27/01/2014 - In tutta Italia, il famigerato venerdì 24 gennaio 2014, sarà ricordato come la data in cui milioni di cittadini si sono ritrovati arrabbiati ed impoveriti in fila in lunghissime code per pagare le tasse; a San Costanzo, invece, i cittadini, non solo non hanno fatto file, ma non hanno proprio messo mano al portafoglio!

Infatti, con gioia, dico: Niente Mini- Imu a San Costanzo. La cosiddetta “Mini-Imu” sull’ abitazione principale e sulle relative pertinenze nel comune di San Costanzo non è stata pagata in quanto l’Amministrazione Comunale ha deciso di non deliberare alcun tipo di aumento di aliquota per i suddetti immobili. Dunque, anche per il 2013 abbiamo mantenuto l’ aliquota minima del 4 per mille sulla prima casa e così pure non abbiamo aumentato nemmeno l’aliquota per le seconde case mantenendola al 9,6 per mille.

Non abbiamo fatto solo questo, infatti, il nostro Comune, per l’anno 2013, è riuscito, grazie ad un emendamento statale approvato e pubblicato a novembre 2013, a non applicare la Tares, che avrebbe determinato aumenti incredibili come avvenuto in tutta Italia e pertanto, abbiamo continuato ad applicare la Tarsu con gli stessi importi ed aliquote dell’ anno precedente (anno 2012). Ciò significa che, nel nostro paese, gli importi Tarsu pagati secondo le scadenze luglio 2013, settembre 2013, novembre 2013 e febbraio 2014, sommati assieme danno una cifra pari a quanto pagato nell’ anno 2012 senza alcun tipo di aumento!

Per quanto concerne, invece, il modello F24 sempre relativo alla tassa sui rifiuti pagato a dicembre 2013 per una somma di 0,30 centesimi per metro quadro di immobile, come ho voluto spiegare in una lettera inviata a tutte le famiglie, si è trattato di un’odiosa ed ingiusta maggiorazione sulla tassa rifiuti imposta dallo Stato ed interamente intascata dallo Stato stesso, in merito alla quale il Comune non ha incassato nulla e si è trovato a dover fare l’esattore! Sono ancora furente di rabbia per questa assurda imposizione statale e non mancherò di ricordarlo a Roma, il 29 gennaio, data in cui insieme a migliaia di altri sindaci italiani dell’ANCI protesterò contro i tagli di risorse agli enti locali che altro non sono che tagli ai servizi e, dunque, tagli al benessere di tutti noi cittadini! Altra scelta di cui vado molto fiera è anche il fatto che siamo uno dei Comuni della nostra provincia con la più bassa addizionale comunale Irpef, noi applichiamo lo 0,5 mentre quasi ovunque si applica lo 0,8! Scherzosamente mi viene da dire che non facciamo miracoli ma diverse volte ci azzecchiamo!


da Margherita Pedinelli

Sindaco di San Costanzo





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-01-2014 alle 13:21 sul giornale del 28 gennaio 2014 - 538 letture

In questo articolo si parla di attualità, margherita pedinelli, mini imu, sindaco san costanzo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/XBr