Mondolfo, 'Come si racconta la Shoah': per la Giornata della Memoria incontro con Moni Ovadia

moni ovadia Fano 24/01/2014 - L’Assessore alla Cultura, Corrado Paolinelli in occasione delle celebrazioni per la “Giornata della Memoria” ricorda l’impegno dell’Amministrazione di Mondolfo per mantenere vivo il ricordo della più grande tragedia del XX secolo.

“Per una giornata così importante”, introduce Paolinelli, “si è voluto celebrare al meglio il ricordo con un incontro pubblico dalla grande valenza culturale. Per la prima volta sarà nel nostro Comune l’autore, scrittore e attore di fama internazionale Moni Ovadia che intratterà gli intervenuti martedì sera dalle ore 21.15 presso la Sala Conferenze della Croce Rossa Italiana di Marotta in Viale Europa che si ringrazia per la disponibilità dello spazio concesso (a poche decine di metri dal Casello Autostradale). L’incontro, realizzato in collaborazione con l’Associazione Ville & Castella, è gratuito e non necessita di prenotazione e sarà incentrato sul racconto della Shoah. Questo incontro rientra nella programmazione di eventi che l’Assessorato alla Cultura ha voluto realizzare nel periodo invernale 2013-2014 che prevede altri tre importanti appuntamenti nel mese di marzo con rappresentazioni teatrali, la presentazione di un libro e due giornate di visite guidate durante le giornate di primavera del FAI”.

“L’Associazione Ville & Castella”, interviene l’Associazione di Serrungarina, “con piacere collabora ancora una volta con l’Amministrazione Comunale di Mondolfo dopo il grande successo estiva avuto con l’intervento di Umberto Galimberti. Siamo sicuri che anche questa volta l’incontro con un personaggio di tale fama come Moni Ovadia lascerà un’impronta nella comunità mondolfese e non solo”. “Devo ringraziare pubblicamente”, riprende l’Assesore Paolinelli, “chi fattivamente ha reso possibile questa iniziativa ed in particolare Andrea Belacchi, Nino Finauri e Paolo Frigerio. Mi auguro che anche in futuro e non troppo lontano si possa tornare a Mondolfo a parlare di cultura con la C maiuscola perchè questo territorio si caratterizzi sempre più per la sua proposta culturale”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-01-2014 alle 15:48 sul giornale del 25 gennaio 2014 - 1397 letture

In questo articolo si parla di cultura, mondolfo, moni ovadia, Giornata della Memoria Shoah, Biblioteca Comunale di Mondolfo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/XwC


Storicamente nel XX secolo sono avvenute 2 grandi tragedie: la 1* e 2* Guerra Mondiale. In totale sono scomparsi, a causa di esse, quasi 90 milioni di persone. I genocidi perpretati nel XX secolo sono stati innumerevoli, ne cito 3: quello dei Kulaki, in Russia; quello degli armeni, da parte dei turchi; quello degli ebrei, organizzato sistematicamente dai tedeschi.
Non dimentichiamoli, tutti i 90 milioni.