Primarie di coalizione: lettera aperta di Mascarin a Marchegiani

Samuele Mascarin Fano 22/01/2014 - Continua il botta e risposta tra i candidati sindaci della coalizione "Fare Città' Samuele Mascarin e Stefano Marchegiani. Questa volta, con una lettera aperta rivolta al suo 'sfidante' alle Primarie, a prendere la parola è l'esponente di Sinistra Unita Samuele Mascarin.

"Caro Stefano, leggo sulla stampa di oggi le tue osservazioni in merito a questo avvio di campagna per le primarie.

Mi spiace che tu abbia percepito la mia gioia per il numero di firme raccolte dai miei sostenitori come un atteggiamento scorretto. Ma approfitto volentieri di questo spazio per chiarire il mio pensiero, per poter tornare insieme ad alimentare con serenità e passione questa sfida elettorale. Posso assicurarti che in quel mio gioire non c'era alcun intento denigratorio nei confronti del Partito Democratico. Tutt'altro. Sono orgoglioso di aver ottenuto il sostegno aperto di molti militanti del PD, perché é il segno tangibile che gli elettori del centrosinistra hanno ben compreso il senso delle primarie, quello di una competizione aperta e leale per scegliere il candidato che - per storia e visione messe in campo - possa meglio interpretare il comune programma e la sfida con il centrodestra. D'altra parte, se ognuno votasse semplicemente per il candidato del proprio partito avrebbe poco senso fare delle primarie di coalizione, non trovi? Ci rivolgiamo infatti a tutto il centrosinistra. I voti non sono dei partiti, ma degli elettori, che liberamente scelgono, come tu ben sai.

Quell'insistere sul cambiamento - la "svolta buona" che campeggia sui miei manifesti - é ovviamente rivolta al centrodestra ed è in aperta polemica con il loro candidato, Sanchioni. Anche lui ha fatto una svolta, passando in pochi giorni dall'essere un esponente di spicco del PD all'essere il candidato dello schieramento avversario. Ma la sua svolta non é stata per nulla buona, per la città e per la politica in generale. Conosco il tuo lavoro ed il tuo impegno nella costruzione di un campo progressista ampio. Hai giustamente guidato il Partito Democratico a superare alcune diffidenze per la costruzione dell'alleanza. E lo stesso, per la verità, hanno fatto tutti gli altri alleati.

Mi perdonerai, infine, se non riesco a sentirmi responsabile della caduta del Governo Prodi, non solo perché in quegli anni ero ancora al liceo ma anche perché ho sempre votato Prodi… Ma é un'altra storia che in questo momento non interessa ai nostri elettori e francamente interessa poco anche a me. Per indole e per età sono portato a guardare in avanti più che indietro. Quindi mi permetto di rinnovare l’augurio: vinca il migliore. E questo lo decideranno gli elettori, non i partiti."


da Samuele Mascarin
Consigliere comunale Sinistra Unita





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-01-2014 alle 18:05 sul giornale del 23 gennaio 2014 - 1995 letture

In questo articolo si parla di fano, politica, samuele mascarin, sinistra unita, primarie di coalizione, fare città, mascarin risponde a marchegiani

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/XpS


D.A.D.

22 gennaio, 18:21
La questione sta nel rispettare il regolamento di coalizione imposto per le primarie... Si parlava di 200 firme come soglia, senza annunciare ai giornali l'esito della raccolta... Che siano del PD o di nessun partito, non è stato corretto uscire dopo pochi minuti dalla presentazione della candidatura e annunciare il grandioso risultato a discapito degli altri due che dopo le 200 firme diciamo così, hanno scemato l'impegno volto alla raccolta, il mio più grande augurio Mascarin, è che queste 607 persone si ricordino di andare ai seggi stabiliti il 2 febbraio, con la speranza che non si siano ritrovati a firmare elenchi di cui non sapevano nemmeno il fine...saluti!

@D.A.D. lo hai letto il regolamento (per la cronaca consultabile sul sito www.primariefano2014.it)?

"raccogliere un numero di sottoscrizioni di cittadini elettori pari a un minimo di 200 firme di elettori residenti nel Comune di Fano."

Non mi sembra ci sia scritto che le firme debbano essere esattamente 200 e che non si possano fare comunicazioni alla stampa. Se non sbaglio lo stesso PD ha mandato un comunicato (pubblicato anche su questo sito prima di quello di Mascarin) lo stesso giorno sull'esito della raccolta firme.

Si litiga anche per la raccolta firme?? La vera 'battaglia' la si combatterà alle Primarie...

E siamo al tanto temuto "NOI di NOI" che i cittadini proprio non avrebbero voluto (credo).

No. Non siamo al "Noi di Noi". Ognuno ha la propria identità e la propria storia. Le primarie servono a scegliere il candidato migliore.