Piano scuole, dopo le polemiche interviene Mancinelli

Apprendimento, scuola generico Fano 22/01/2014 - "Il piano territoriale per le scuole secondarie di primo grado è stato elaborato dall’Assessorato ai Servizi Educativi in collaborazione con i dirigenti scolastici in un lungo lavoro meditato, condiviso e collegiale" dichiara l'assessore Mancinelli.


A monte di questo disagio c’è la mancata formazione degli istituti comprensivi, per il cui adempimento la legge pone il termine del 2016, ma ciò non esime i responsabili, i Comuni in accordo con le dirigenze scolastiche, di predisporre, appunto, un piano territoriale provvisorio che abbini le scuole primarie alle secondarie di primo grado, crei verticalità e razionalizzi il flusso delle iscrizioni allontanando i sorteggi e lo smembramento delle classi di provenienza.
Questo è stato fatto, con sensibilità e professionalità da parte degli uffici dell’Assessorato e grande senso di collaborazione e di responsabilità dei dirigenti scolastici. I criteri adottati sono stati condivisi da tutti i dirigenti e da tutti i consigli di circolo e di istituto con eccezione della Gandiglio. Il consenso di 5 consigli su sei è un risultato notevole, se si pensa che la scuola è un mondo complesso attraversato da diversi interessi e punti di vista e ricercare l'unanimità può essere meritevole ma significherebbe votarsi all'immobilismo. Quanti cercano di volgere a proprio vantaggio politico il dissenso legittimo di alcuni genitori danneggiano la scuola che oggi più che mai richiede a tutti responsabilità, condivisione e assunzione di ruoli educativi.

da Franco Mancinelli
Assessore Politiche per l'Istruzione Comune di Fano
 





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-01-2014 alle 11:49 sul giornale del 23 gennaio 2014 - 670 letture

In questo articolo si parla di attualità, franco mancinelli, piano scolastico territoriale, piano scuole fano

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/Xol